Uccide l'ex fidanzato, lo fa a pezzi e poi lo cucina per far sparire il corpo

La donna avrebbe fatto mangiare i resti dell'ex fidanzato offrendo cibo a degli operai

Una storia da brividi arriva da Al Ain, località di quasi mezzo milione di abitanti degli Emirati Arabi Uniti che si trova vicino al confine con l'Oman. Una donna di 30 anni è stata accusata di aver ucciso il fidanzato - con il quale aveva una relazione da circa 7 anni - per poi farlo a pezzi, cucinarlo e quindi farlo mangiare ad alcuni operai che lavoravano nelle vicinanze di casa sua. Tutto questo sarebbe accaduto 3 mesi fa, quando l'uomo avrebbe rivelato alla fidanzata di volerla lasciare per sposare un'altra donna.

A far emergere questa inquietante e concreta pista sono state le indagini della polizia, alla quale il fratello dell'uomo si è rivolto dopo che quest'ultimo è sparito nel nulla. Perquisendo l'abitazione della donna la polizia ha trovato alcuni denti all'interno di un frullatore da cucina e, grazie al test del DNA, ha potuto appurare che si trattava proprio dei resti dell'uomo scomparso.

La donna è stata quindi arrestata e dalle indagini è emerso che avrebbe più volte donato delle porzioni di machboos, un piatto tradizionale della penisola arabica a base di riso e carne, a degli operai che in quel periodo stavano lavorando vicino a casa sua. Il terribile sospetto della polizia è proprio quello che la donna abbia fatto mangiare ai malcapitati operai i resti del fidanzato, con l'obiettivo di far sparire così le prove del suo omicidio.

  • shares
  • +1
  • Mail

I VIDEO DEL CANALE NEWS DI BLOGO