Mantova: padre dà fuoco alla casa, morto il figlio 11enne

Tragedia a Sabbioneta, l'uomo aveva ricevuto un divieto di avvicinamento all'abitazione

incendia casa sabbioneta muore figlio

Un padre avrebbe dato fuoco alla casa della sua famiglia a Sabbioneta (Mantova) dove si trovava il figlio 11enne che è tragicamente morto nel rogo.

Il genitore che secondo i carabinieri avrebbe appiccato l'incendio nell'abitazione aveva ricevuto un divieto ad avvicinarsi alla casa familiare quattro giorni fa da parte del gip di Mantova.

Sul posto, i carabinieri di Sabbioneta e di Mantova che insieme ai vigili del fuoco stanno cercando di ricostruire l'esatta dinamica dell'accaduto. Gli investigatori stanno anche ascoltando vicini di casa e testimoni per capire cosa sia successo nelle ore precedenti alla tragedia.

Dramma a Sabbioneta: la ricostruzione dei fatti

Il padre che ha dato alle fiamme la casa con il figlio dentro potrebbe aver agito spinto dal desiderio di vendetta verso la moglie che aveva ottenuto il divieto di avvicinamento. In base alle prime informazioni raccolte l’uomo sarebbe entrato in casa mentre la moglie e madre di altri due bambini era uscita con quest’ultimi.

Proprio mentre la donna rientrava, il marito stava scappando a bordo della sua macchina, dopo aver dato fuoco alla casa. L’uomo ha speronato l’auto della moglie ed è fuggito via per essere rintracciato solo qualche ora dopo in un bar di Casal Maggiore (Cremona) da una pattuglia della polstrada.

Inutile per il bambino l'intervento del 118, l'ambulanza è arrivata sul luogo dell’incendio verso le 17, con i vigili del fuoco. Quando il personale medico-sanitario è entrato nella casa incendiata il bambino era già privo di conoscenza ed è morto poco dopo il suo arrivo nell’ospedale Oglio Po di Cremona.

  • shares
  • +1
  • Mail

I VIDEO DEL CANALE NEWS DI BLOGO