Pisa: vendono figlia a pusher in cambio di droga, indagati i genitori

Devono rispondere di riduzione in schiavitù e atti sessuali con minori

pisa pusher droga

Pisa - Una coppia - lui 36 anni, lei 26 - è accusata di aver venduto la propria figlia di 4 anni ad un vicino di casa in cambio di qualche dose di cocaina. I due genitori e il pusher sono ora indagati e dovranno rispondere a vario titolo di riduzione in schiavitù e atti sessuali con minori. Secondo quanto riferisce ‘Il Fatto Quotidiano’, il 45enne vicino di casa è anche accusati di cessione di cocaina, in cambio della quale avrebbe avuto l’ok dai genitori per avere rapporti sessuali con la piccola.

Le forze dell’ordine, comunque, stanno cercando di chiarire meglio i contorni della vicenda che risale a due anni fa. Il fascicolo, infatti, è stato aperto nel 2016 proprio in seguito alla denuncia presentata dalla madre della bambina. In seguito ai primi accertamenti, però, sarebbe risultato il coinvolgimento degli stessi genitori, che però alla prima convocazione si sono avvalsi della facoltà di non rispondere. Secondo il primo racconto della donna risalente a due anni fa, la bambina era stata accompagnata dal vicino che si era offerto di darle dei regali. Lasciata sola con il pedofilo, però, la bambina sarebbe rientrata a casa spaventata e con le mutandine messe al contrario.

Secondo gli inquirenti, invece, i genitori sarebbero stati ben consapevoli di ciò che interessava al vicino e non avrebbero fatto nulla per evitare le violenze. Anzi, la bambina di 4 anni sarebbe stata tenuta anche in uno stato si soggezione e per questo motivo è stata ora affidata ad un’altra famiglia. Gli altri due bambini della coppia, invece, sono stati condotti in strutture protette.

© Foto Getty Images - Tutti i diritti riservati

  • shares
  • +1
  • Mail

I VIDEO DEL CANALE NEWS DI BLOGO