Sicilia: 42 indagati per assenteismo, 11 agli arresti domiciliari

Si tratta di dipendenti dell'assessorato regionale alla Salute

sicilia assenteismo indagati

La Guardia di Finanza ha avviato alle prime luci dell’alba un’operazione contro 42 cosiddetti “furbetti del cartellino” in Sicilia. Nell’ambito di questa inchiesta, le Fiamme Gialle hanno posto agli arresti domiciliari 11 dipendenti dell'assessorato regionale alla Salute, con sede in piazza Ottavio Ziino a Palermo. Nei confronti di altre 11 persone, invece, è stato disposto l’obbligo di firma, mentre sono 20 i denunciati in stato di libertà.

Secondo quanto emerso dalle indagini condotte dalla Procura di Palermo, i dipendenti seguivano ormai un prassi consolidata di assenteismo ingiustificato, tramite il solito metodo delle "presenze fittizie debitamente e furbescamente certificate". Insomma, gli indagati si scambiavano abitualmente i badge per le presenze ed utilizzavano impropriamente i computer aziendali in modo da nascondere le assenze. Mentre risultavano regolarmente sul posto di lavoro, dunque, molti dipendenti erano altrove per faccende private: spesa al supermercato, barbiere e in alcuni casi anche per viaggi fuori Palermo. Dalle risultanze delle indagini, alcuni dipendenti si presentavano al lavoro anche con tre ore di ritardo.

  • shares
  • +1
  • Mail

I VIDEO DEL CANALE NEWS DI BLOGO