Parigi, gilet gialli: nuovi scontri con la polizia, 80 feriti e 190 fermati

E' la terza manifestazione contro il caro carburante

gilet gialli parigi

ORE 22:30 - Nuovo bilancio dei disordini partiti dagli Champs Elysees, che poi hanno finito per allargarsi a diverse zone della Capitale francese. Sarebbero almeno 190 le persone arrestate dalle forze dell'ordine e 80 quelle rimaste ferite, 11 delle quali tra le forze dell'ordine. Un palazzo del centro città è stato dato alle fiamme, così come moltissime autovetture e negozi. Una vera guerriglia urbana che la polizia ha fatto decisamente fatica a contenere, in modo particolare nel primo pomeriggio quando i manifestanti si sono divisi in diversi gruppetti sparpagliandosi per la città.

ORE 12:30 - Il bilancio provvisorio degli scontri tra i gilet gialli e la polizia attorno agli Champs-Elysees è di 10 feriti e 60 persone fermate. In totale, i manifestanti che si sono riversati tra le strade di Parigi sarebbero circa 1.500.



ORE 10:50 - “VOGLIAMO PIÙ POTERE D’ACQUISTO”. Intervistato dal Corriere della Sera, uno dei delegati dei gilet gialli, Julien Terrier, spiega i motivi della terza manifestazione: 1 “misure per aumentare il potere di acquisto, e subito, perché troppi francesi non arrivano alla fine del mese”; 2 “vogliamo assemblee e referendum in modo che tutti possano esprimersi”.

ORE 10:30 - Dopo il lancio dei primi fumogeni da parte dei gilet gialli sono scaturiti i primi tafferugli con gli agenti della gendarmeria. I manifestanti sono fuggiti verso l’Arco di Trionfo con il volto coperto per proteggersi dai lacrimogeni lanciati dalla polizia. I fermati, secondo gli ultimi dati forniti dai media transalpini sarebbero ora 16, mentre i gilet gialli, dopo i primi scontri, si sarebbero divisi in due gruppi: uno collaborativo, che ha accettato di farsi perquisire dalle forze dell’ordine pur di poter sfilare in corteo; l’altro che non accetta alcun dialogo con i gendarmi.


Parigi | Terza manifestazione dei gilet gialli

Parigi - È in atto la terza protesta da parte dei cosiddetti gilet gialli. Stamane sugli Champs-Elysees si sono radunati circa 500-600 manifestanti che protestano contro il caro carburante. Secondo quanto riferiscono fonti di stampa francesi, ci sono stati già tafferugli con la polizia. Gli Champs-Elysees sono chiusi al traffico automobilistico, ma aperti ai pedoni anche se non risulta essere stata richiesta alcuna autorizzazione per la manifestazione in atto.


© Foto Getty Images - Tutti i diritti riservati

  • shares
  • +1
  • Mail

I VIDEO DEL CANALE NEWS DI BLOGO