Napoli: gara clandestina fra auto, ucciso un netturbino | Video

Un 21enne finisce in manette

gara auto netturbino ucciso napoli

I carabinieri di Pozzuoli (Napoli) hanno arrestato un ragazzo di 21 anni che nella notte tra venerdì e sabato ha causato la morte di un netturbino durante una corsa clandestina tra auto. Alla guida della Fiat 500 del nonno - riferisce l’Ansa - e con a bordo anche la sua fidanzata, C.D. ha ingaggiato una gara clandestina con un coetaneo al centro di Pozzuoli ma, nonostante le strade sgombre, ha investito frontalmente e ucciso sul colpo Alfonso Campchiaro, netturbino di 62 anni. Lo stesso si stava recando, come ogni notte, sul posto di lavoro da Napoli a Procida passando per Pozzuoli a bordo del proprio motorino.

Subito dopo l’incidente avvenuto quattro giorni fa, le forze dell’ordine hanno avviato le indagini del caso identificando e denunciando C.D. per omicidio stradale in concorso con N.S., l’altro 21enne e incensurato di Quarto che ha accettato la sfida clandestina a bordo della Ford Fiesta della mamma. Dopo l’incidente, il ragazzo è tornato sul posto, senza però spiegare quanto accaduto. C.D., invece, pur senza allontanarsi dal punto in cui ha investito il netturbino, ha fornito ai carabinieri una versione di comodo senza fare alcuna menzione della gara clandestina che aveva ingaggiato con il coetaneo.

  • shares
  • +1
  • Mail

I VIDEO DEL CANALE NEWS DI BLOGO