Gela: evade dai domiciliari per picchiare il professore del figlio

domiciliari professore

Un uomo di 37 anni è evaso dagli arresti domiciliari per picchiare un professore che non aveva avuto “rispetto” per il figlio. È avvenuto a Gela (Caltanissetta), in seguito ad un rimprovero da parte del docente nei confronti di uno studente che in classe stava disturbando la lezione. Come riferisce l’Ansa, l’episodio è avvenuto nella giornata di giovedì in una classe di un istituto superiore di Gela, anche se la notizia è divenuta di dominio pubblico solo oggi.

Secondo la prima ricostruzione, lo studente aveva disturbato la lezione costringendo il professore a mettergli una nota sul registro. Il ragazzo a quel punto ne ha chiesto la cancellazione, ma l’insegnante è stato irremovibile e seppur con fatica è riuscito a ricondurre lo studente al suo posto, riprendendo regolarmente la lezione. Nel giro di qualche ora, però, l’istituto è stato raggiunto dal nonno e dal papà dello studente, che non si sarebbe potuto muovere di casa poiché agli arresti domiciliari.

Mentre il professore stava dando delle spiegazioni al nonno, il padre dello studente lo ha colpito con un pugno nell’occhio destro. In seguito alla denuncia dell’insegnante, l’uomo è stato poi individuato e arrestato dalla polizia del locale commissariato per evasione dagli arresti domiciliari. Attualmente si trova nel carcere di Gela.

© Foto Getty Images - Tutti i diritti riservati

  • shares
  • +1
  • Mail

I VIDEO DEL CANALE NEWS DI BLOGO