Strage alla discoteca di Corinaldo: otto persone indagate

"Le indagini sono aperte a 360 gradi e le ipotesi di reato sono fluide"

Lanterna Azzurra - Corinaldo

Otto persone risultano attualmente indagate per la tragedia alla discoteca di Corinaldo, costata la vita a 6 persone. Si tratta, lo hanno spiegato oggi i PM in conferenza stampa, dei tre titolari della società che ha in gestione la discoteca Lanterna Azzurra e delle quattro persone proprietarie dell'edificio in cui si trova il locale, indagate in concorso per omicidio colposo aggravato.

A queste, lo ha precisato il procuratore del Tribunale dei Minorenni di Ancona Giovanna Leboroni, si aggiunge un minorenne iscritto nel registro degli indagati come atto dovuto "perché è ancora tutto da vedere". Si tratta del 16enne fermato nei giorni scorsi, nei confronti del quale sono stati ipotizzati i reati di omicidio preterintenzionale, lesioni colpose e dolose.

Il perché di questi indagati è da ricercare nei due filoni su cui si sta muovendo l'inchiesta. Da un lato ci sono gli accertamenti sulle norme di sicurezza e sul loro rispetto, dall'altro il numero dei biglietti venduti e le reali presenze nel locale al momento della tragedia.

Tutto, però, è ancora da accertare e queste prime iscrizioni nel registro degli indagati rappresentano un atto dovuto per poter andare avanti con le indagini e le verifiche del caso:

Numerose decine di persone sono concordi nel dire che all'improvviso è stato cosparso qualcosa nell'aria. A terra è stata trovata una bomboletta di spray al peperoncino. Questo ci induce a pensare che sia una possibile concausa dello spargimento della sostanza irritante, ma non esclude che ce ne possano essere state altre.

I magistrati, sulla base degli elementi raccolti in questi primi giorni di indagini, non sarebbero propensi a pensare ad una banda in azione per derubare i clienti del locale, ma tutto è ancora da vedere: "Le indagini sono aperte a 360 gradi e le ipotesi di reato sono fluide".

© Foto Getty Images - Tutti i diritti riservati

  • shares
  • +1
  • Mail

I VIDEO DEL CANALE NEWS DI BLOGO