Omicidio Sarah Scazzi, Sabrina Misseri sarà rilasciata in anticipo

Sabrina Misseri e Sarah Scazzi

Sabrina Misseri, la giovane di Avetrana condannata all’ergastolo per l’omicidio della cugina Sarah Scazzi, uccisa il 26 agosto 2010, potrà uscire dal carcere prima del previsto. Lo ha stabilito il Tribunale di Sorveglianza di Taranto, che ha accolto le richieste dei legali della giovane e concesso una liberazione anticipata di 495 giorni, un anno e quattro mesi.

Lo stesso sconto di pena era già stato concesso all'altra persona condannata per quel delitto, Cosima Serrano, madre di Sabrina Misseri e zia della giovane vittima. Il motivo è presto detto: Misseri, così come sua madre, ha sempre partecipato alle attività di rieducazione, ha rispettato le norme di condotta in regime carcerario e ha anche conseguito il diploma di scuola superiore.

Questo comportamento da detenuta modello ha convinto i giudici ad accogliere la richiesta degli avvocati di Sabrina Misseri, che continua a dirsi estranea al delitto per cui è stata condannata all'ergastolo.

Lo sconto di pena è relativo al periodo dal 15 ottobre 2010, giorno del suo arresto, al 15 ottobre 2016 e non è escluso che in futuro, per i periodi successivi, la giovane potrà beneficiare di ulteriori riduzioni di pena.

  • shares
  • +1
  • Mail

I VIDEO DEL CANALE NEWS DI BLOGO