Palermo, uccide il marito a coltellate: fermata insieme ai due figli

carabinieri

Una donna e i suoi due figli di 20 e 21 anni sono stati fermati questa notte a Palermo con l'accusa di aver ucciso il 45enne Pietro Ferrera, marito della donna e padre dei due giovani. A lanciare l'allarme è stata proprio la consorte, Salvatrice Spataro, che subito dopo il delitto ha allertato le autorità e confessato l'omicidio del marito.

È accaduto stanotte in un'abitazione di via Falsomiele, nel quartiere Villagrazia. Le prime indagini avrebbero rivelato anche un coinvolgimento diretto dei due figli della coppia, che dopo le prime coltellate inflitte all'uomo dalla moglie, sua coetanea, sarebbero intervenuti con altri due coltelli per finire l'uomo, già deceduto all'arrivo dei soccorsi.

La 45enne ha raccontato di aver subito anni di soprusi da parte del marito e che la notte scorsa, dopo l'ennesimo litigio, si è recata in camera da letto con un coltello e ha colpito l'uomo alla schiena. A quel punto sarebbero intervenuti due dei quattro figli della coppia - i due più piccoli erano a dormire a casa della nonna - in soccorso della madre, che hanno inflitto numerose coltellate al padre, uccidendolo.

Giusto ieri, stando a quanto si apprende, uno dei figli si era recato a denunciare il padre per maltrattamenti, ma mai in passato erano state presentate denunce nei confronti dell'uomo, come confermato dal capo della squadra mobile Rodolfo Ruperti:

Le indagini sono ancora in corso per chiarire alcuni aspetti della vicenda. La donna non aveva mai denunciato alcun maltrattamento in famiglia. Non ci risultano suoi ricoveri.

I tre adulti si trovano ora in stato di fermo in attesa dell'evolversi delle indagini.

© Foto Getty Images - Tutti i diritti riservati

  • shares
  • +1
  • Mail

I VIDEO DEL CANALE NEWS DI BLOGO