Sondrio, trovato morto Mattia Mingarelli: era scomparso il 7 dicembre

Mattia Mingarelli

Si sono concluse ieri pomeriggio nel peggiore dei modi le ricerche di Mattia Mingarelli, il 30enne residente ad Albavilla, in provincia di Como, svanito nel nulla lo scorso 7 dicembre nei boschi di San Giuseppe, dopo aver preso in affitto una baita tra le montagne di Chiesa in Valmalenco, in provincia di Sondrio.

Per giorni le ricerche si sono concentrate nella zona della sua ultima apparizione - una foto postata su Instagram nel pomeriggio del 7 dicembre, insieme al suo cane tra la neve nei boschi di San Giovanni - ma nemmeno l'impiego dei cani molecolari aveva dato esito positivo.

Ieri pomeriggio, nella zona già ampiamente battuta dalle ricerche, è stato rinvenuto il corpo senza vita del giovane. Ed è proprio questo particolare a non far escludere alcuna ipotesi, anche quella dell'omicidio, con la possibilità che qualcuno abbiamo spostato il corpo di Mingarelli e lo abbia portato lì dove è stato ritrovato il 24 dicembre.

Possibile che nessuno delle decine di soccorritori né i cani molecolari abbiano visto il corpo dei giorni scorsi? Al momento ogni ipotesi viene ritenuta valida, compresa quella del tragico incidente, ma sarà l'autopsia a chiarire le cause del decesso e stabilire se la morte sia avvenuta lì dove è stato rinvenuto il corpo o meno.

Foto | Facebook

  • shares
  • +1
  • Mail

I VIDEO DEL CANALE NEWS DI BLOGO