Meteo: arriva un'ondata di gelo. Nord sottozero, neve al Centro-Sud

Temperature di 8-10 gradi sotto le medie stagionali.

Meteo ondata di gelo gennaio 2019

L'Italia si appresta a essere colpita da un'ondata di gelo che porterà un crollo termico addirittura fino a 10° C sotto le medie stagionali, forti venti nordici, neve a bassa quota, anche nelle zone costiere. Tutta colpa dell'alta pressione che, spostandosi dal Regno Unito alla Scandinavia, ha messo in moto delle masse d'aria di origine polare che faranno rotta proprio verso il Sud Europa e quindi anche sull'Italia.

Gli esperti del meteo la chiamano "sciabolata", ossia un'ondata di gelo artico pronta a investirci già da stasera, mercoledì 2 gennaio 2019, mentre il peggio arriverà nei prossimi tre giorni. Ci sarà poi una brevissima tregua il giorno dell'Epifania, domenica 6 gennaio, ma il 7 e l'8 gennaio tornerà il gelo, anche se le escursioni termiche torneranno a essere tipiche dell'area mediterranea.

Il Medio Adriatico e il Meridione saranno le aree più colpite dal gelo. Tramontana, Grecale e Maestrale si faranno sentire con raffiche fredde e forti, tra i 60 e i 100 km all'ora, tanto che in alcune aree è già scattata l'allerta vento, in particolare su Firenze e Provincia. Ci saranno mareggiate su tutte le coste adriatiche e anche sulle Isole Eolie e la Sicilia Settentrionale.

Maltempo gennaio 2019: in quali città nevicherà

Nelle città più importanti del Nord la temperatura scenderà sotto lo zero, in particolare a Milano, Bologna e Parma domani sarà di -4°C, venerdì sarà di -5°C. Sulle Alpi e l'Appennino anche le massime saranno sotto lo zero, le aree più fredde saranno sulle Dolomiti, dove sono attese temperature di -12°C.

Ma la neve arriverà soprattutto al Centro-Sud. In particolare, le città che molto probabilmente si ritroveranno imbiancate sono: Rimini, Pesaro, Ancona, macerata, Ascolti, Teramo, Pescara, L'Aquila, Chieti, Vasto, Campobasso, Termoli, tutte le principali province pugliesi, da Foggia a Bari, da Lecce a Brindisi, a rischio anche Campania e Basilicata, in particolare Avellino, Benevento, Salerno, Caserta, Natapoli, Potenza e Matera. Perfino Sicilia e Calabria, con Palermo, Messina, Crotone e Reggio Calabria potrebbero ritrovarsi ad affrontare un misto di neve e pioggia.

Purtroppo anche alcune aree terremotate come la zona di uscita, Camerino, Norcia e Amatrice, si ritroveranno sotto la neve. Un allarme riguarda i senzatetto, tanto che in alcune città si cerca di porvi rimedio: a Bari il sindaco Antonio De Caro ha firmato un'ordinanza per aumentare il numero di ripari per i senzatetto e allungarne l'orario nel corso della giornata.

© Foto Getty Images - Tutti i diritti riservati

  • shares
  • +1
  • Mail

I VIDEO DEL CANALE NEWS DI BLOGO