Milano, furto in casa dell'ex sindaco Pisapia. Rubati gioielli per 300mila euro

Tentato furto anche in casa di Dori Ghezzi.

Furto in casa di Giuliano Pisapia

Continuano i furti in case "illustri" a Milano. Dopo quelli in casa dei genitori di Matteo Salvini, della portavoce di Roberto Maroni (Isabella Votino) e del sindaco Beppe Sala (che aveva ammesso di aver scordato di inserire l'antifurto), lo scorso weekend è stato colpito anche l'ex primo cittadino Giuliano Pisapia.

Tornando dal fine settimana trascorso fuori Milano con la moglie, domenica pomeriggio Pisapia si è accorto che nel suo appartamento erano entrati i ladri, forzando la serratura di un portone d'ingresso secondario, e avevano aperto la cassaforte, portando via gioielli per un valore di circa 300mila euro.

Dai rilievi della Polizia Scientifica è emerso che il furto è stato quasi certamente compiuto nella notte tra sabato e domenica scorsi e che i ladri hanno avuto tutto il tempo di esaminare bene l'appartamento e trovare la cassaforte che era dentro una cabina armadio, nascosta dietro gli abiti. Non hanno neanche avuto troppe difficoltà ad aprirla.

Anche Pisapia, come Sala, aveva dimenticato di inserire l'antifurto. E dire che lo stesso primo cittadino, dopo essere stato vittima del furto di borse di lusso e un Rolex antico da parte di una banda di ragazze rom, aveva avvertito tutti che è caldamente consigliato di inserire l'allarme.

Tra l'altro, nello stesso weekend, c'è stato un tentativo di furto anche a casa di Dori Ghezzi, la moglie di Fabrizio De André che era andata a ricordare il marito in tv. Ma in questo caso, grazie a una vicina, il furto è stato sventato: appena ha sentito dei rumori nell'appartamento che sapeva essere vuoto a quell'ora, la donna ha chiamato il 112 e i ladri sono scappati senza portare via nulla.

A casa di Sala, come detto, il furto era stato commesso di una banda di ragazze rom, mentre a casa dei genitori di Salvini era stata una banda di georgiani. In entrambi i casi i responsabili sono stati arrestati. Ora sono stati raccolti dalla Scientifica tutti i dati utili anche in casa di Pisapia. Secondo quanto si sa finora, a Milano operano bande di ladri georgiani e gruppi di rom di origine slava, che si spostano in mezza Europa e sono molto abili a scassinare porte e casseforti.

Sembra, inoltre, che queste bande attaccano senza sapere chi sono i proprietari delle case, quindi senza essere consapevoli che si tratta di persone conosciute, ma sono attratti dal fatto che si tratti di abitazioni signorili, all'interno delle quali sono certi di trovare un buon bottino.

© Foto Getty Images - Tutti i diritti riservati

  • shares
  • +1
  • Mail

I VIDEO DEL CANALE NEWS DI BLOGO