Raid al Roxy Bar della Romanina: condannato a 7 anni Antonio Casamonica

Per i giudici l'aggressione è aggravata dal metodo mafioso

I giudici della VI sezione penale del Tribunale di Roma hanno condannato Antonio Casamonica a 7 anni di carcere per lesioni e violenza privata aggravata dal metodo mafioso. I fatti risalgono all'aprile del 2018 quando Antonio Casamonica aggredì i due titolari del Bar Roxy alla Romanina e una cliente disabile insieme ad Alfredo Di Silvio e Vincenzo Di Silvio, entrambi già condannati per gli stessi fatti con il rito abbreviato; rispettivamente a 4 anni e 10 mesi e 4 anni e 8 mesi.

Antonio Casamonica e i due Di Silvio si resero responsabili di un'aggressione terrificante legata a futili motivi; i 3 pretendevano di saltare la fila e quando una donna disabile si è lamentata della loro prepotenza ha ricevuto in cambio calci, pugni e delle cinghiate. In difesa della donna intervennero i due titolari del bar - marito e moglie - che vennero a loro volta riempiti di botte.

Quando i giudici oggi hanno letto il dispositivo della sentenza i parenti di Antonio Casamonica, presenti in aula, hanno iniziato a sbraitare. Poi hanno anche minacciato i giornalisti presenti: "Guai a voi se pubblicate le nostre foto".

  • shares
  • Mail

I VIDEO DEL CANALE NEWS DI BLOGO