Palermo, fratturavano gambe e braccia per truffare le assicurazioni: 42 arresti - VIDEO

42 persone sono state arrestate all'alba di oggi tra Palermo e Trapani per il loro ruolo a vario titolo in un sistema di truffe alle compagnie assicurative che per anni ha visto il coinvolgimento di persone disperate pronte a farsi mutilare pur di riuscire ad ottenere qualche centinaia di euro.

Il sistema è lo stesso già emerso nell'agosto dello scorso anno sempre a Palermo: le due bande cercavano dei malcapitati in situazioni economiche disperate ed offrivano loro fino a 300/400 euro per farsi mutilare una gamba o un braccio ed ottenere così un cospicuo risarcimento da parte delle compagnie assicurative.

Tutto era studiato nei minimi dettagli. Le vittime, tutte consenzienti, si recavano nei luoghi indicati dai componenti della banda e lì inscenavano dei falsi incidenti, grazie anche a falsi testimoni pronti a mentire. Una volta lì, però, le vittime venivano mutilate in vario modo: dischi di ghisa, blocchi di cemento o spranghe dopo la somministrazione di anestetici di bassa qualità.

Una volta danneggiato l'arto, la vittima veniva trasportata in ospedale per le cure del caso e lì alcuni componenti della banda si fingevano parenti e testimoni, così da tenere sotto controllo la vittima e assicurarsi che la versione dei fatti fosse la stessa per tutti ed evitare i sospetti dei medici e delle compagnie assicurative.

Il sistema era davvero esteso e oltre alle 34 persone finite in manette avrebbe visto coinvolte almeno altre 250 persone indagate a vario titolo, incluse le stesse vittime. Almeno 60 le mutilazioni eseguite dalle due bande criminali, pronte a tutte pur di ottenere i risarcimenti, che non andavano però alle vittime.

I disperati che accettavano di farsi mutilare, infatti, venivano pagati la somma pattuita per la mutilazione, mentre a riscuotere i risarcimenti era la stessa banda che arrivava ad ottenere fino a 40mila euro a seconda della lesione provocata.

Tra le persone arrestate ci sono anche un avvocato, un praticante avvocato e diversi periti assicurativi che avrebbero chiuso un occhio di fronte a palesi irregolarità.

pronto soccorso chiuso per formiche napoli

© Foto Getty Images - Tutti i diritti riservati

  • shares
  • Mail

I VIDEO DEL CANALE NEWS DI BLOGO