"La Madonna piange sperma" e "Messiah Game" tra arte e blasfemia

maria1.jpg

UPDATE 12:50 26/06/2007
Su Blogosfere Cultura trovate un interessante approfondimento sullo spettacolo "Messiah Game"

L'arte, da sempre, fa discutere. In questi giorni, però, molto di più. La mostra "La Madonna che piange sperma" ha suscitato molte critiche

Ecco una breve spiegazione dell'evento (trovate il seguito su Blogosfere Cultura): 

"La Madonna piange sperma è il provocatorio titolo di un evento organizzato dal gruppo CarniScelte; la mostra è stata bloccata dal comune di Bologna che ha revocato il patrocinio dopo una polemica con il Ministro Melandri.

Il commento della blogosfera segue quello dei media: volgarità, offesa ai credenti oltre che un passo falso per la comunità omosessuale di cui il gruppo CarniScelte fa parte".

Omoios commenta: "Io credo che si debba marciare per i diritti e non contro qualcuno. Ora, però, forse stiamo esagerando. Ed è critico nei confronti di qualche altro blogger: "Non sono assolutamente d'accordo con Posturantismo (...) È vero che gli artisti sono sempre stati anticonvenzionali. Ed è vero che alcune rappresentazioni mariane sono di pessimo gusto. Ma qui credo che la questione sia diversa: è possibile che noi gay dobbiamo fare sempre qualcosa contro?". E aggiunge, ampliando la riflessione ad altri argomenti artistici: "La Madonna che piange sperma ha aperto le danze. Ha continuato la bella turista (scema!) che agli Uffizi si è appoggiata a un quadro del Seicento di Salvator Rosa e l'ha bucato. E poi a Milano, l'assessore Vittorio Sgarbi cancella la mostra dal titolo Vade retro. Arte e omosessualità dopo le polemiche su san Sebastiano".

Passi nel Deserto, invece, parla di un altra manifestazione artistica destinata a far discutere. Si tratta del  "Messiah Game", "rivisitazione sadomaso della passione di Cristo firmata dal coreografo tedesco Felix Ruckert, nel cartellone della Biennale Danza in prima italiana il 27 e 28 giugno nelle Tese dell’Arsenale. La scelta degli organizzatori della Biennale di mandare in scena questo spettacolo ha suscitato la disapprovazione della Chiesa veneziana che, per bocca del patriarcato, non ha tardato a farsi sentire".

E proprio su questo spettacolo Ontoteo è critico: "Anche da noi il tiro a segno sui cristiani pare essere diventato uno dei passatempi preferiti: non sai cosa fare e vuoi creare polemiche a rischio zero? Spara sulla Chiesa e sul sentimento religioso dei cattolici! Il tutto nel silenzio del Governo e delle istituzioni, che anzi spesso finanziano e patrocinano eventi che irridono il cristianesimo (salvo poi fare marcia indietro quando le polemiche montano)".

  • shares
  • +1
  • Mail
3 commenti Aggiorna
Ordina:

I VIDEO DEL CANALE NEWS DI BLOGO