Calva Zepeda, da scrittore horror ad assassino cannibale

hannibal%20lecter.jpg

Calva Zepeda potrebbe essere il protagonista di un film horror, se non fosse che questo fatto di cronaca è quanto mai reale e porta con sè il peso di tre o quattro vittime fatte a pezzi. Ma partiamo dal principio.

Calva Zepeda è uno scrittore di libri horror, diciamo uno scrittore dilettante, visto che non stiamo parlando di Stephen King. Seduto nel suo studio ha creato trame di omicidi risolti e irrisolti, ha fantasticato su corpi straziati e assassini dalla mente distorta. In realtà la mente distorta era la sua, e tutto ciò che trasponeva su carta forse faceva parte del suo ego distorto. Per questo potrebbe essere il protagonista il soggetto ideale di un libro o di film.

Passiamo alla cronaca spiccia di ciò che è successo: José Luis Calva Zepeda è sospettato di omicidio, nel suo appartemento è stato infatti trovato il cadavere a pezzi di sua moglie. Ma quello potrebbe non essere il suo unico omicidio, forse Zepeda ha ucciso altre tre o quattro donne, tutte sue ex morte in circostanze simili.

L'uomo è al momento ricoverato in ospedale per le ferite riportate nel tentativo di sfuggire alla polizia. Il corpo di  Alejandra Galeano Garavito, trentenne moglie di Calva Zepeta, è stato scoperto dalla polizia lunedì, dopo una segnalazione dei vicini di casa per il cattivo odore che usciva dall'appartamento.

La scena che si è presentata agli agenti arrivati nella casa era da film dell'orrore: un braccio della donna era sulla cucina, una gamba nel frigo e sul tavolo, pronti per essere consumati, piatti con pezzi di carne umana spruzzati con succo di limone.

Il tronco della donna, scomparsa dal 5 ottobre, è stato trovato nell'armadio e presentava tracce di morsi. Tra gli scritti di Calva Zepeda, gli agenti hanno rinvenuto una foto di Hannibal Lecter, il cannibale assassino del "Silenzio degli Innocenti".

Ma la mente di quest'uomo può veramente aver subito l'influenza di Hannibal? Può la fervida immaginazione di uno scrittore portarlo fuori dal mondo reale trasportandolo in una dimensione fatta di omicidio reali? Ci saranno delle indagini, gli psichiatri proveranno ad analizzare la mente malata di quest'uomo. Forse la sua pulsione omicida è rimasta per qualche tempo nella penna passando poi nella realtà. Oppure le cose sono avvenute contemporaneamente.

Deviazioni come queste sono un'eccezione, ma portano con sè il peso di quattro persone straziate e uccise.

Vota l'articolo:
Nessun voto. Potresti essere tu il primo!  
  • shares
  • +1
  • Mail

I VIDEO DEL CANALE NEWS DI BLOGO