Incendi in California: una devastazione firmata Al Qaeda? Oggi arriva Bush (eccesso di zelo?)

california%20fiamme.jpg

La California è devastata. Il presidente G.W. Bush, per evitare una seconda figuraccia in stile New Orleans, abbandonata a se stessa durante l'uragano Katrina, è subito intervenuto dimostrando interesse per la sciagura, il governatore della California Arnold Schwarzenegger si è presentato in pubblico per spiegare tutto ciò che si sta facendo per spegnere gli incendi (foto Ap), ma ha anche messo una taglia di 50mila dollari sui piromani, visto che almeno uno dei dodici incendi è stato causato da loro. Insomma, si cerca di correre ai ripari proprio mentre spunta una nuova ipotesi sugli incendi: si parla dell'ombra di Al Qaeda.

Nel titolo del post abbiamo messo il punto di domanda perchè nulla è ancora dimostrato, ma soprattutto perchè dall'11 settembre incombe sugli Stati Uniti la figura di Osama Bin Laden: spesso a ragione, a volte a torto.

Siamo ormai al quarto giorno consecutivo di incendi, lo stato della California è in ginocchio: dallo scorso week-end il fuoco sta devastando case e ville dei vip (all'inizio, come vuole lo strepitoso "giornalismo di costume", le notizie sulla ville miliardarie che andavano a fuoco l'avevano fatta da padrona), ma soprattutto il bilancio delle vittime e dei feriti è destinato a salire.

Oggi Bush andrà in California dopo aver proclamato nelle scorse ore lo stato di calamità e aver attivato mezzi e fondi federali. Gli americani non hanno reagito molto positivamente a questo effetto di zelo, accusando il presidente di preoccuparsi della California perchè ricca e bianca. Il sospetto, del resto, aleggia anche in Italia.

california%20fiamme%203.jpg

Scrive il Corriere , paragonando le tragedie di San Diego e New Orleans: I paragoni tra le due tragedie sono per molti inevitabili. Mentre ai novemila sfollati del Qualcomm Stadium di San Diego venivano offerti sessioni di yoga e agopuntura, cibi kasher e persino clown e dolciumi per i ricchi bambini annoiati, alcune tv hanno rimesso in onda le scene drammatiche del Superdome di New Orleans dopo Katrina, con migliaia di afro-americani abbandonati a se stessi, senza acqua né cibo o servizi igienici.

Ma ci sono anche blogger cristiani di destra che hanno colto l'occasione per rinnovare gli attacchi all'odiata «Sodoma e Gomorra» hollywoodiana, contro cui si sarebbe scatenata «la punizione divina».

Lasciando da parte i vaneggiamenti puntiamo l'attenzione sull'ombra di Al Qaeda: è stato Drudgereport a lanciare l'ipotesi di Al Qaeda quale causa degli incendi. Sarebbe stata la stessa FBI, nel luglio scorso, ad allertare le autorità di un piano segreto dei seguaci di Bin Laden per iniziare una serie di devastanti incendi negli Stati Usa della costa occidentale.

La rivelazione sarebbe emersa da un presunto terrorista detenuto nella prigione di Guantanamo.

Staremo a vedere. Per ora sono solo voci. 

Vota l'articolo:
Nessun voto. Potresti essere tu il primo!  
  • shares
  • +1
  • Mail
1 commenti Aggiorna
Ordina:

I VIDEO DEL CANALE NEWS DI BLOGO