Perugia, quello strano sms: "Per me, stasera o domani, Meredith muore"

perugia%20meredith.jpg

Mentre non si placano le polemiche sulla pubblicazione delle foto di Raffaele Sollecito con la mannaia in mano, mentre si attende il convalido del fermo per i tre ragazzi fermati e accusati dell'omicidio di Meredith (ma anche di violenza sessuale), mentre il movente sembra essere un'orgia alla quale Meredith non voleva partecipare, mentre si cerca l'arma dell'omicidio tra i coltelli dei due ragazzi (uno di questi, di Sollecito, coinciderebbe secondo indiscrezioni), insomma, nel bel mezzo di tutti questi mentre, un trafiletto a fondo pagina che abbiamo letto sul Corriere della Sera ha fatto sorgere altre domande.

Lo riportiamo - è preso da pag 25 - anche perchè non ne abbiamo capito il reale significato: si parla di un sms che preannunciava la morte di Meredith. E' stato inviato ad un ragazzo, che ha raccontato tutto alla polizia, ma il Corriere non specifica chi lo abbia inviato. E ci sembra la cosa più importante. Stiamo cercando notizie a riguardo.

Comunque ecco cosa scrive il Corriere.

L'impronta di una scarpa intrisa nel sangue di Meredith, nella camera dove la studentessa è stata uccisa, "combacia perfettamente" con quella di Raffaele Sollecito, il laureando pugliese che ha sempre detto di non essere entrato nella stanza.

I primi risultati che arrivano dalla scientifica, invece, sembrano dire il contrario. Si svolgerà oggi l'interrogatorio di convalida di Amanda Knox, Raffaele Sollecito e Patrick Lumumba, tutti e tre accusati dello stupro e dell'omicidio di Meredith.

Lumumba, quando sono andati a prenderlo, ha detto di non essere mai stato in quella casa: "Vi state sbagliando, sono innocente, io lì non ci sono mai entrato". Secondo il pm Giuliano Mignini mentono tutti. I primissimi riscontri della scientifica sembrano dargli ragione. Mentre si attendono le risposte sul Dna, i tecnici stanno esaminando il coltello trovato a casa di Sollecito, ritenuto compatibile "per tipologie e dimensioni", con quello che ha ucciso la ragazza.

[...] C'è altro poi: domenica scorsa, alla polizia di Roma, si è presentato un ragazzo che ha raccontato di aver "ricevuto un messaggio, il 30 ottobre (il giorno prima dell'omicidio) nel quale era scritta una frase che sul momento non ho capito". C'era scritto: "Per me, stasera o domani, Meredith muore".

Il ragazzo racconta di non aver dato peso a quel messaggio e di averlo cancellato. Ora la polizia sta lavorando per recuperarlo. 

Questo l'articolo che abbiamo trovato sul Corriere. Rimangono tante domande a questo punto, ma questo messaggio sarebbe decisamente importante per indagare sulla premeditazione. Avete letto da qualche altra parte questa notizia. 

Vota l'articolo:
Nessun voto. Potresti essere tu il primo!  
  • shares
  • +1
  • Mail
25 commenti Aggiorna
Ordina:

I VIDEO DEL CANALE NEWS DI BLOGO