Usa, ragazzina massacrata dalle compagne per finire su Youtube

usa%282%29.jpg

C'è chi ci finisce suo malgrado, come il professore ripreso mentre fuma in classe. E c'è chi, pur di avere un video da diffondere su Youtube, arriva a compiere azioni criminali.

Come sei ragazze tra i 14 e i 17 anni e due ragazzi di Lakeland, in Florida, che hanno deciso di filmarsi mentre picchiavano a sangue una loro “amica”, Victoria Lindsay, di 16 anni.

La ragazza viene attirata con l'inganno a casa di una compagna, dove il gruppo di ragazzine comincia a minacciarla e ad insultarla. Poi comincia il pestaggio: Victoria cerca di scappare, ma gli aggressori la bloccano e la riempiono di calci e pugni, le sbattono più volte la testa contro il muro, fino a farla svenire


Quando la ragazzina riprende conoscenza, come testimonia il filmato, ricominciano a picchiarla, tra le urla e le minacce di morte se avesse osato denunciarle.

Per Victoria la brutta avventura è finita con numerosi lividi, un trauma cranico e danni all'occhio e all'orecchio sinistro, mentre le sue aguzzine sono state arrestate con le accuse di violenza e detenzione abusiva. Davanti ai poliziotti le ragazzine si sono rivelate non solo lucide e determinate, ma persino divertite da ciò che avevano fatto. Il video, invece, è finito nelle mani della polizia della Florida prima ancora di essere pubblicato su Youtube.

Leggermente diverse le versioni riportate da River (che pubblica anche il video) e Pensierimadyur: secondo il primo la ragazza sarebbe stata picchiata per alcune cose che avrebbe scritto sul suo Myspace, per il secondo Victoria sarebbe stata “punita” perché aveva un blog più bello di quello delle coetanee.

Ma la sostanza non cambia: per pochi minuti di popolarità su Internet un gruppo di adolescenti a massacrato una compagna senza una ragione plausibile. Come scrive Guapix: “Il mondo va proprio al contrario”. 

  • shares
  • Mail
5 commenti Aggiorna
Ordina:

I VIDEO DEL CANALE NEWS DI BLOGO