Papa Ratzinger negli Stati Uniti: la blogosfera ne parla

papa%20con%20w.jpg

UPDATE Ore 17.00: Papa Benedetto XVI, durante la cerimonia di benvenuto, ha letto un testo sull'America e sul suo ruolo per la libertà di religione. Nessun accenno, invece, alle questioni più controverse.

UPDATE Ore 16.00: Anche i blogger americani seguono da vicino la visita pastorale di Benedetto XVI. John Allen, giornalista del National Catholic Reporter aggiorna i lettori con alcuni podcast quotidiani, mentre Rocco Palmo indica la lista di canti e preghiere scelti per gli appuntamenti americani. David Gibson, biografo di Ratzinger, si lamenta per la scelta di celebrare la messa nello stadio degli Yankees e non in quello dei Metz. Infine, il blog del New York Times dedica uno spazio a Ratzinger con approfondimenti sul viaggio del Pontefice. 

La visita di sei giorni di Benedetto XVI negli Stati Uniti oggi entra nel vivo. Nel giorno del suo 81esimo compleanno, il Papa sarà accolto alla Casa Bianca con 21 salve di cannone e gli inni del Vaticano e degli Usa, poi sarà ricevuto nello studio ovale dal presidente americano George W. Bush.

Durante il colloquio, che durerà circa due ore, Papa Ratzinger non perderà l'occasione di parlare della guerra in Iraq, chiedendo una maggiore tutela per la minoranza cristiana irachena, e dell'immigrazione clandestina dall'America del Sud negli Stati Uniti, caldeggiando una soluzione a lunga scadenza grazie alla quale “non ci sarà più bisogno di emigrare”.

Sul tappeto anche questioni come aborto, ricerca sulla cellule staminali embrionali e matrimoni gay, temi sui quali i due leader sono in sintonia. (Foto tratta da Papa Ratzinger Blog)

E' forse il viaggio più importante del Papa come significato simbolico” scrive Passi nel Deserto. Sicuramente si tratta della prima visita pontificia dal 2002, anno in cui scoppiò lo scandalo dei preti pedofili americani. 

Furono circa 5000 le persone che dichiararono di essere state vittime di abusi sessuali da parte di preti pedofili. La vicenda, oltre ad essere costato oltre 2 miliardi di dollari di risarcimenti alle diocesi e aver portato alla chiusura di circa 700 parrocchie, ha offuscato l'immagine della Chiesa negli Stati Uniti.

Sulla questione, Benedetto XVI ha avuto parole dure proprio durante il viaggio verso Washington. “Mi vergogno profondamente – ha detto – farò di tutto per sanare le ferite”. Poi promette: “Vicende del genere non accadranno più”, esprimendo la sua “profonda sofferenza” e la sua incredulità per quanto accaduto.

Luigi Accattoli si sofferma proprio sull'incredulità del pontefice, mentre Diary paragona le promesse fatte dal Papa a promesse elettorali. Più fiducioso Fabopolis, secondo il quale ci sarà tempo per vedere se le promesse saranno mantenute. In effetti sarebbe bello sapere in che modo il Papa pensa di evitare il ripetersi di simili episodi, anche se riconoscere gli errori è già un primo passo. Papa Ratzinger Blog riporta tutti i documenti riguardanti la visita pastorale di Benedetto XVI.

  • shares
  • Mail

I VIDEO DEL CANALE NEWS DI BLOGO