Napoli, altro che sexy prof: la professoressa della gara di "misure" è innocente

scuola.jpg

Ha fatto (ovviamente) scalpore la vicenda della gara di "misure" degli attributi di alcuni allievi di una scuola di S.Antimo, in provincia di Napoli. Di certo il pensiero che sarà corso nella mente di tutti sarà stato "quando andavo io a scuola queste cose non succedevano" come suggerisce Ma Anche No.

Denunciata la professoressa 40enne, che dice di non essersi accorta di nulla, e cinque ragazzi tra i 12 e i 13 anni.

Ma non si tratta dell'ennesima professoressa "scandalo" (già tacciata di essere stata il giudice della gara) perchè fortunatamente gli stessi studenti della II C della scuola media Giovanni XXIII la hanno discolpata. I due ragazzi che hanno iniziato sono stati sospesi per sei giorni mentre per gli altri solo tre giorni.

Bencio si chiede provocatoriamente se il gentil sesso abbia appressato la gara, e Unpercento ironizza sul fatto che la professoressa abbia detto che pensava che stessero parlando della gita scolastica.

Alla fine tutto si è concluso con una bravata che qualcuno definisce "pierinesca" alle spalle dell'insegnante, senza la "sexy prof" di turno che tanto attira l'attenzione e fa gridare allo scandalo come in altri casi di cui avevamo già parlato.

C'è da dire però che con casi di questo genere che balzano agli onori della cronaca di certo l' istituzione "scuola" non ne esce con un ritratto lusinghiero. Come ad esempio commenta A Scuola di Bugie parlando di un altro fatto "scandalo" di questi giorni: "Quando si pensa di aver toccato il fondo, ecco che il fondo diventa voragine".

  • shares
  • Mail
1 commenti Aggiorna
Ordina:

I VIDEO DEL CANALE NEWS DI BLOGO