I video del Myanmar devastato dal ciclone Nargis, migliaia di morti e di senzatetto

burma.png

UPDATE 6 Maggio h.15.00
I morti sarebbero 22mila e i dispersi 41mila.

Oltre 10mila morti e 3mila dispersi (i dati sono in continuo aggiornamento), con oltre 90mila sfollati per colpa del ciclone Nargis, che si è abbattutto sul Myanmar.

Cinque regioni sono state dichiarate "zone disastrate", mancano acqua ed elettricità, e non si sa quando potranno essere ripristinati.

La regione del delta del fiume Irrawaddy è stata la più colpita, con venti che soffiavano fra i 190 e i 240 km/h che hanno abbattuto il 50% degli edifici. La città più grande ed ex capitale Rangoon ha le strade invase da detriti e macerie. Le Nazioni Unite si stanno muovendo per portare gli aiuti visto che è necessario agire subito per evitare problemi di salute per i sopravvissuti. Aiuti accettati anche dal governo militare.

Asia e Dintorni titola il suo post con "Diluvia sul bagnato": infatti non ci siamo dimenticati delle violenze operate dal governo militare, dopo gli scontri di pochi mesi fa.

Italiasvegliati invece pensa che alla Birmania non debbano essere corrisposti aiuti in quanto il governo militare se li intascherebbe.

La Croce Rossa intanto si sta già muovendo per prestare i primi soccorsi con acqua potabile, pastiglie di cloro per la potabilizzazione, zanzariere e teli di plastica. Il problema più grosso è raggiungere le zone meno collegate

Su Youtube sono apparsi alcuni video che rendono perfettamente le dimensioni della catastrofe.



Il tifone ha colpito in un momento già critico anche politicamente: il 10 maggio è previsto un referendum sulla nuova costituzione, che è stato confermato dalla giunta militare nonostante il disastro. Anche se il referendum sembrerebbe essere uno spiraglio verso la convocazione di elezioni libere ci si chiede solo se si siano posti il problema di come la gente possa andare a votare in un momento del genere.

  • shares
  • Mail

I VIDEO DEL CANALE NEWS DI BLOGO