Meredith Kercher uccisa per il furto di 250 euro? Forse un movente economico dietro l'assassinio della studentessa

guede.jpg

Non sono ancora stati depositati i verbali dell'interrogatorio di Rudy Guede, uno degli indagati per l'omicidio di Meredith Kercher, ma la cosa importante che emerge è che si spinge sempre di più verso la pista dell'omicidio per furto abbandonando quella dell'omicidio passionale. Avevamo già parlato delle famose 250 euro sparite dalla camera di Meredith. Anche la madre aveva parlato di quei soldi prelevati per pagare l'affitto e mai ritrovati.

La ragazza si sarebbe accorta della sparizione e avrebbe subito accusato Amanda Knox, dando a intendere che i rapporti tra le due non fossero idilliaci. Sempre secondo quanto ha detto Rudy i soldi non c'erano nemmeno in camera di Amanda e Meredith avrebbe apostrofato la coinquilina come "drogata". In effetti Amanda e Raffaele non hanno mai fatto mistero di essere forti consumatori di droga.

Le due ragazze quindi avrebbero litigato per il presunto furto dei 250 euro, anche se Rudy non avrebbe sentito bene cosa si sarebbero dette Amanda e Mez mentre litigavano perchè stava ascoltando la musica con il suo Ipod in un'altra stanza e quando ne è uscito Meredith era già morta. Rudy inoltre avrebbe intravisto Raffaele Sollecito e sentito la voce di Amanda.

Intanto si aggiunge un nome illustre alla vicenda: arriva Giulia Bongiorno, l'avvocato che riuscì a scagionare Giulio Andreotti, che ha accettato l'incarico di difendere Raffaele. La Bongiorno si dice convinta della sua innocenza, dopo aver letto le carte che riguardano il ragazzo, e lo ha incontrato. Chissà se con il suo arrivo si farà chiarezza sulla vicenda ancora decisamente intricata.

  • shares
  • Mail
7 commenti Aggiorna
Ordina:

I VIDEO DEL CANALE NEWS DI BLOGO