Roma, arrestato il pirata che ha ucciso due ragazzi in motorino: senza patente e con precedenti per lesioni

foto%20omicida.jpg

Ieri notte Stefano Lucidi, il ragazzo di 33 anni che vedete nella foto durante la fesi di arresto, ha travolto e ucciso due fidanzati passando col rosso durante una gara tra auto. I due fidanzati erano a bordo di un motorino. Da quanto risulta è un tifoso della Lazio che ha il divieto di guidare, ha precedenti per lesioni ed è colpito da Daspo. Il ragazzo sarebbe anche un tossicodipendente. Accanto a lui, al momento dell'incidente, sedeva una ragazza che in queste ore è in caserma. Tossicodipendente anche lei. E a quanto sembra agli arresti domicialiari.

Forse il ragazzo è stato protagonista di una gara clandestina fra automobili di grossa cilindrata. Guidava un Mercedes di grossa cilindarata; passando con il rosso ha travolto lo scooter sul quale viaggiavano Alessio Giuliani, 23 anni, morto poco dopo, e la fidanzata Flaminia Giordani, 22 anni, deceduta stamattina al policlinico "Umberto I".

Il ragazzo è stato individuato e fermato grazie ad alcuni testimoni. Interrogato dagli inquirenti ha confessato il delitto. 

Repubblica riporta la dinamica.

Alessio e Flaminia viaggiavano a bordo di uno scooter Kymco People 125, in viale Regina Margherita, in direzione del quartiere San Lorenzo. Intorno alla mezzanotte sono stati investiti dalla Mercedes 220 all'altezza di via Nomentana. I due giovani sono stati portati al policlinico "Umberto I", dove Giuliani è morto subito dopo il ricovero mentre la ragazza è deceduta intorno alle 10 di stamattina. Secondo il comandante della polizia municipale, Diego Porta, "il conducente della vettura è passato con il rosso, investendo in pieno il motorino". In seguito all'impatto la vettura ha perso un pezzo del parafango.

  • shares
  • Mail

I VIDEO DEL CANALE NEWS DI BLOGO