Finta lolita smaschera pedofili in Rete, la Danimarca è sconvolta

13ennedenmark.jpg

Continua l'ondata di scandalo che ha sconvolto la Danimarca dopo l'inchiesta realizzata da una reporter del quotidiano Ekstra Bladet, Tine Roegind.

La giornalista ha messo un annuncio in rete fingendosi una tredicenne in cerca di nuove amicizie. Non parlava esplicitamente di sesso, ma molte delle persone che l'hanno contattata credendola una ragazzina le ha chiesto incontri e prestazioni sessuali.

Tine stava al gioco, rispondeva alle loro domande, accettava di incontrarli. Ma all'appuntamento gli uomini, invece della tredicenne Maj trovavano la giornalista con cameramen e colleghi. Su Repubblica.it potete trovare alcuni video degli incontri della reporter con alcuni dei pedofili che ha incastrato.

In tanti hanno abboccato, tutti sono stati costretti a confessare. Un capo della polizia di 53 anni, padre di due bambini, che voleva incontrare la ragazzina a casa sua ma solo dopo essersi assicurato che i genitori fossero in viaggio, ha ammesso di aver chattato con più di cento minorenni.

Un altro padre di famiglia, un ufficiale della marina reale, in chat usava frasi brutali e si è presentato sul luogo dell'appuntamento in alta uniforme. Tra i pedofili caduti nell'imboscata anche un pensionato di 72 anni che ha cercato di estorcere prestazioni sessuali a quella che credeva una ragazzina con la minaccia dell'orfanotrofio, e un esperto di computer di 35 anni che sul web spiegava a Maj di “aver già posseduto una 15enne vergine”.

L'inchiesta di Tine rivela quanto sia facile per un pedofilo contattare bambini in chat, bambini che spesso navigano su Internet per pomeriggi interi senza supervisione da parte dei genitori. Ora i cittadini e i politici danesi chiedono che la polizia crei una task force che combatta il fenomeno della pedofilia on line. Ma per ora non è possibile: come spiega  il ministro della giustizia locale, mancano mezzi, soldi e personale.

  • shares
  • Mail
1 commenti Aggiorna
Ordina:

I VIDEO DEL CANALE NEWS DI BLOGO