Usa, il progetto di una bomba atomica forse nelle mani dei terroristi

missiraq.jpg

I progetti di una bomba nucleare avanzata sono finiti nelle mani del gruppo internazionale di contrabbandieri di armi guidato da Abdul Qadeer Khan, considerato il padre della bomba atomica pakistana.

I disegni sono stati scoperti nel 2006 nel pc di un imprenditore svizzero, Urs Tinner, considerato un anello-chiave nel gruppo di Khan, e comprendevano i dettagli necessari per costruire una bomba atomica estremamente sofisticata e così compatta da poter essere montata su un missile balistico simile a quelli in possesso di Iran e Corea del Nord

Il contenuto del computer, oltre mille gigabyte di dati, è stato distrutto dalle autorità elvetiche sotto la supervisione dell'AIEA (Agenzia internazionale per l'energia atomica), ma potrebbe essere troppo tardi: come riporta il Washington Post, David Albright, ex ispettore dell'Aiea in Iraq, in un rapporto al Palazzo di Vetro ha ipotizzato che questi progetti siano già stati messi a disposizione di gruppi terroristici o dei cosiddetti “Paesi canaglia”.

Questi progetti per armi nucleari sofisticate potrebbero essere stati venduti, tempo fa, ad alcuni dei più infidi regimi del mondo” ha scritto infatti l’ex ispettore nel suo rapporto.

L'organizzazione di trafficanti guidata dallo scienziato pachistano, ormai sciolta, in passato aveva fornito alla Libia informazioni per costruire una bomba atomica, ma i progetti scoperti nel 2006 sono decisamente più preoccupanti, secondo Albright: alla Libia vennero venduti i disegni di un'arma obsoleta, mentre questi nuovi progetti si riferiscono ad un ordigno molto più sofisticato.

  • shares
  • Mail

I VIDEO DEL CANALE NEWS DI BLOGO