Camorra, processo Spartacus: confermati 16 ergastoli al clan dei Casalesi

saviano.jpg

Ergastolo confermato per Francesco Schiavone, Francesco Bidognetti, Michele Zagaria, Antonio Iovine, i capi attuali e storici del clan camorristico dei Casalesi, per i loro luogotenenti e sicari: in tutto 16 provvedimenti di carcere a vita.

Si conclude così il processo Spartacus, un processo-simbolo durato 10 anni durante i quali i Casalesi hanno continuato a uccidere, intimidire e spadroneggiare. Sedici gli omicidi oggetto di valutazione, commessi tra il 1988 e il 1991: tra questi il più importante è quello del capo della camorra casertana Antonio Bardellino.

Finalmente una buona notizia sul fronte dei processi e della lotta alla mafia” scrive Schegge di Vetro, mentre Il giornale del Passatore si chiede quanto spazio dedicherà il Tg1 q questa notizia. Unoenessuno, invece, si augura che questo processo “non sia soltanto un sogno di riscossa ma una concreta possibilità di far emergere il meglio di questa terra che non ne può più del marcio che la governa”.

In aula a sentire la sentenza c'è anche lo scrittore Roberto Saviano, lo scrittore che con il suo best seller Gomorra ha contribuito a mettere in luce gli affari della camorra imprenditrice di Casal di Principe e la pericolosità del clan dei Casalesi.

E' una vittoria dello Stato e della Procura antimafia – dice – ma resta ancora tanto da fare. In questo momento il mio pensiero va ai magistrati che hanno lavorato in queste inchieste, a molti giornalisti coraggiosi e anche ai caduti di camorra di cui spesso non si parla sui media”.

Ma in aula erano presenti anche decine di giornalisti: ad accendere i riflettori sul processo, oltre al libro di Saviano, ha contribuito anche la lunga serie di attentati mortali contro collaboratori di giustizia, testimoni e imprenditori che si sono ribellati al pizzo. Imponenti le misure di sicurezza, dopo le minacce rivolte dai boss a giornalisti, giudici e allo stesso Saviano: la vigilia del processo è stata scandita dalla paura di un gesto eclatante dei Casalesi. Ma fortunatamente non è successo nulla, se non il furto di un motorino di una cronista.

  • shares
  • Mail

I VIDEO DEL CANALE NEWS DI BLOGO