Nel parco il corpo di Federica Squarise: riconosciuta da un brillantino

Un brillantino incastonato in un dente ha permesso il riconoscimento del corpo di Federica Squarise.

fedecorpo.jpg


UPDATE 1 dicembre 2011: il Gordo è stato condannato a 17 anni di carcere.


Riconosciuta dal piccolo brillantino incastonato in un dente. Questo è stato l'elemento che ha permesso di identificare il corpo di Federica Squarise, 23enne padovana trovata morta ieri mattina verso mezzogiorno nel giardino della "Can Saragoza", una vecchia villa padronale che fa da sede distaccata del Comune di Lloret de Mar. Il giardino si trova in pieno centro e a pochi isolati dal locale, lo Yates, dove Federica era stata vista l'ultima volta, la sera del 30 giugno. Dalle dichiarazioni dell'ispettore Jordi Bascompte della Mossos d'Esquadra, la polizia spagnola, il corpo si trovava nascosto in mezzo alle foglie e alla boscaglia già da 3-4 giorni e non presentava segni di arma da taglio o da fuoco ma bisognerà aspettare un esame più approfondito del corpo e del Dna per togliere ogni dubbio e poter definire l'ora esatta e le cause della morte della ragazza.


Intanto il giallo si infittisce, ci sono molti quesiti irrisolti, ad esempio come mai nessuno si è accorto del cadavere negli scorsi giorni? Il giardino dove è stato trovato il corpo è molto frequentato per la sua posizione centralissima ma secondo alcuni testimoni che si sono recati nel giardinetto gli scorsi giorni il corpo non c'era. Poi con le alte temperature degli scorsi giorni com' è possibile che nessuno ne abbia sentito l'odore? Addirittura a pochi metri dal corpo erano stati appesi i volantini con la foto di Federica. Emerge sempre di più l'ipotesi che la ragazza sia morta altrove e poi trasportata e nascosta tra il fogliame.

fedeviso.jpg

La polizia spagnola non lascia trapelare molto sul fronte delle indagini: l'indiziato numero uno resta ancora Victor, l'uruguayano trentenne che è stato visto con Federica l'ultima volta. Il ragazzo si è sottoposto senza esitazioni all'esame del Dna, ed ha affermato di aver passato un po' di tempo con Federica ma assicura di averla accompagnata all'hotel. Secondo i video delle telecamere piazzate nei locali e per le strade di Lloret de Mar e analizzate dalla polizia, nelle dichiarazioni di Victor ci sarebbero molti buchi e incongruenze. La polizia sta cercando ancora il ragazzo tedesco partito il giorno dopo la scomparsa e che potrebbe svelare informazioni essenziali per risolvere l'indagine.

 Sul web intanto si hanno le prime reazioni a questa tragedia e non mancano le polemiche. E' evidente che la stampa spagnola ha volutamente dato poca visibilità alla notizia, ad esempio LaVanguardia, il quotidiano di maggior diffusione in Catalogna non annuncia la notizia neanche in prima pagina. Bisogna guardare ai quotidiani locali per trovare qualche informazione. Secondo alcune dichiarazioni, la scelta è per evitare una cattiva pubblicità per Lloret de Mar, già negli scorsi giorni teatro di inspiegabili omicidi.

Anche nei commenti le opinioni sono molto discordanti: gli spagnoli in particolare accusano un certo modo di considerare  Lloret de Mar solo come un luogo di sballo e di divertimento (alcuni video su Edunet Tv) e giudicano irresponsabile il comportamento della ragazza. Mario Natangelo di Satiricon ci consiglia una riflessione sui rapporti Italia-Spagna. Anche in Italia, come ritiene il blog Pratico a volte la trasgressione è più forte dell'istinto di sopravvivenza mentre, come ci dice il blog Terramia, anche se questa storia sembra la trama di un giallo, "resta il dolore dei familiari di Federica, una giovane ragazza, bella, simpatica, solare, che era andata in vacanza per divertirsi e staccare un po' la spina dalla vita di tutti i giorni e che proprio in vacanza ha trovato la morte".

  • shares
  • Mail
1 commenti Aggiorna
Ordina:

I VIDEO DEL CANALE NEWS DI BLOGO