Il funerale di Federica Squarise: le foto su Facebook, tanti girasoli e i Tiromancino per l'ultimo addio

Sono stati celebrati oggi i funerali di Federica Squarise, la ragazza uccisa a Lloret De Mar.

fiaccolata.jpg


UPDATE 1 dicembre 2011: il Gordo è stato condannato a 17 anni di carcere.


Tanti girasoli e una canzone dei Tiromanicino, "per me è importante", accompagnano il feretro fuori dalla Chiesa in mezzo alla commozione delle oltre mille persone che hanno voluto dare un ultimo saluto a Federica Squarise, la studentessa padovana uccisa a Lloret de Mar mentre era in vacanza con un'amica.

Tutta la cittadina di San Giorgio delle Pertiche, dove Federica era molto conosciuta, si è stretta attorno alla famiglia che aveva già espresso di voler svolgere le esequie in forma privata, lontano da giornalisti e telecamere.
 
Non è stata una classica omelia quella letta da don Leopoldo, ma una sorta di lettera dedicata a Federica da parte della comunità. "Cara Federica, accanto a te c'è il paese  e ognuno ti dedica un pensiero". "Ora c'è" prosegue "un cambiamento coraggioso da assumere comunitariamente per dare un senso al tuo morire. La tua morte prematura ci porta a rendere sacro ogni momento del giorno. Sei morta di morte violenta ma questo ci spinge a rifiutare ogni violenza e ogni forma di sopraffazione".

Anche sul web ci sono state moltissime dimostrazioni di affetto, in primis il gruppo di Facebook, che ha pubblicato alcune foto dei funerali e che trovate di seguito:


chiesa.jpg  famiglia2.jpg famiglia3.jpg feretro.jpg


ciaoffede.jpg amica.jpg corteo222.jpg faiccolata.jpg


Nel frattempo la vicenda di Federica continua a suscitare opinioni contrastanti ma comunque una grande partecipazione. "Emerge la sensazione che le paure dei genitori e la voglia di libertà dei figli si siano quasi per incanto sospese alla ricerca di un nuovo equilibrio" si lascia andare Aldo Pardo mettendosi nei panni dei genitori. "Vivremo sempre con il fiato sospeso fino a quando la maturazione dei figli non si sarà compiuta. Ecco perché Federica è figlia di tutti noi". Alla luce dei continui fatti di cronaca c'è chi parla della necessità di un criterio di "rischio ragionevole" tra i giovani, ma non si tratta forse del buon vecchio "buon senso"? 

Intanto sono giunte le conferme sulla causa della morte: una morte senza dubbio violenta, per soffocamento e asfissia. L'arma: una maglietta. E poi ci sono chiari segni di violenza sessuale.

Nessuno ha mai creduto all'ipotesi dell'allontanamento volontario, e dopo pochi giorni infatti è stato trovato il cadavere della ragazza in un giardino comunale nel centro della città, abbandonato, poco distante dall'hotel dove la stava aspettando l'amica per tornare insieme in Italia. Dopo poco la polizia catalana ha preso l'assassino: Victor Diaz Silva, uno spacciatore uruguayano molto conosciuto a Lloret de Mar.

Sul corpo della vittima, però, sono state rilevate tracce organiche appartenenti a un'altra persona. Un complice de "el Gordo"? O un'altra persona totalmente estranea agli eventi di quella sera?

  • shares
  • Mail
7 commenti Aggiorna
Ordina:

I VIDEO DEL CANALE NEWS DI BLOGO