Rovigo, 16enne suicida per scatti hard messi in rete dall'ex fidanzato

sexyweb.jpg

Immagini hard diffuse sul web; è questa l'altra faccia della rete. Nasce tutto da un gioco tra fidanzatini, in apparenza innocente solo malizioso: qualche foto piccante, un filmato intimo che poi, e ripicca e per rivalsa, vengono diffusi nel grande universo virtuale.

Da Chiara Fantoni a Vanessa Hudgens, da Paris Hilton fino alla nuotatrice Laura Manaudou, le vicende osè hanno sempre come protagoniste giovani donne.

E se per le cosidette starlette, il video hard è solo l'ennesimo tassello di mediatica popolarità, per le giovani "sconosciute", la diffusione di scatti hot può diventare insopportabile e portare a tragici epiloghi.

Ad Adria, nella provincia di Rovigo, una ragazzina di 16 anni si è tolta la vita sparandosi con la pistola del padre venerdì 8 agosto. La giovane due anni fa era rimasta coinvolta in una vicenda di immagini sexy diffuse dal suo ex fidanzato: scene intime riprese con il telefonino, poi scaricate su pc e diffuse per tutto il paese e non solo.
Un peso forse troppo insormontabile per una 16enne.

Sulla vicenda la squadra mobile di Rovigo, dopo aver sequestrato computer e telefonino, ha condotto un'inchiesta che ha portato alla denuncia dell'ex fidanzato e di una sessantina di persone entrate in contatto con quel filmato.

La giovane aveva già tentato il suicidio, cercando di togliersi la vita tagliandosi le vene. La ragazza, studentessa allo scientifico, terza di tre fratelli, dopo aver salutato la madre, con la quale era sola in casa, è salita al primo piano.

Ha aperto la cassaforte nella quale si trovava la pistola del padre, l'ha caricata e ha rivolto l'arma contro il petto facendo fuoco. Un solo colpo, ed è  morta. Un silenzioso colpo che nessuno sembra avere udito; nemmeno la madre che, una volta salita al piano superiore, ha trovato la figlia priva di vita. 

  • shares
  • Mail
1 commenti Aggiorna
Ordina:

I VIDEO DEL CANALE NEWS DI BLOGO