Omicidio di Perugia, la famiglia Knox : "Amanda è innocente", tutte le prove sono contro Rudy Guede. Pronti a tutto per scagionarla

family_amandaKnox.png

La biondina americana Amanda Knox è innocente. Ad affermarlo i genitori Curt Knox e Edda Mellas (nella foto del Seattle Times con la sorella Deanna) in un'intervista al quotidiano americano Seattle Times.

Amanda, è in carcere (qui la sua intervista da galeotta) dallo scorso 6 novembre con l'accusa di aver ucciso nella casa di via della Pergola a Perugia, con il presunto fidanzatino italiano Raffaele Sollecito e l'amico ivoriano Rudy Guede, la sua coinquilina inglese Meredith Kercher

I genitori dell'americana nonostante siano divorziati, si sono uniti nella lotta per far valere l'innocenza della figlia, e per stare più vicini alla figlia hanno affittato una piccola casa vicino al carcere penitenziario a Perugia.
Un'innocenza di cui si dicono convinti, tanto da avere hanno smobilitato i loro fondi pensione, gli investimenti immobiliari e dissipato i propri beni. Un'incolpevolezza che assicurano "dimostreremo" smontando le tesi dell'accusa perugina.

deanna%26amanda_knox.png

Ebbene la famiglia dei Knox non si rassegna alla condanna inflitta ad Amanda (nella foto a sinistra del Seattle Times , con la sorella Deanna) e per dimostrare l'innocenza della figlia ha ingaggiato un vero e proprio team di esperti forensi, avvocati e specialisti.
Lo squadrone scenderà in campo il 16 settembre, data in cui è stata fissata l'udienza preliminare per il trio di imputati (Knox, Sollecito, Guende). 

Nel frattempo a Seattle, il team di esperti riuniti dai Knox ha esaminato tutte le prove ed è arrivato alla conclusione che il caso è stato profondamente incrinato: buchi delle indagini italiane, prove deboli, arma incompatinbile con le ferite, esame del Dna imperfett, sono alcune delle motivazioni che serviranno a scagionare Amanda.

Solidale con la famiglia anche Joe Tacopina che afferma: "Le prove sono tutte a carico di Rudy Guende che è l'unico ad aver ammesso d'avere avuto rapporti sessuali con la vittima e ha alle spalle una storia criminale".

Il Seattle Times, ha consultato poi Doug Preston che ha fortemente criticato l'operato e i metodi del procuratore Giuliano Mignini, ovvero il titolare delle indagini. Dalla procura italiana arriva un deciso no comment.

La famiglia ha anche sottolineato che in Italia si ha una visione totalmente distorta della giovane Amanda (ricordate il soprannome Foxy Knoxy, tanto per citare anche i tabloid inglesi); la si paragona a un angelo nero avvezzo alle droghe e dai costumi disinibiti, quando in realtà è una ragazza come tante.

Nel frattempo il web ha iniziato la sua personalissima inchiesta con il sito Perugia shock dedicato al caso di Perugia e a Meredith Kercher. Qui si può inviare la propria testimonianza, teoria, notizia o foto su Meredith Kercher e il suo assassinio o sui sospettati Rudy Guede, Amanda Knox, Raffaele Sollecito.

Appuntamento allora per un nuovo capitolo della soap opera criminale a settembre, in tribunale.

  • shares
  • Mail
1 commenti Aggiorna
Ordina:

I VIDEO DEL CANALE NEWS DI BLOGO