Frati picchiati, spuntano accuse di pedofilia

frati.jpg

Emerge un'inquietante ombra sulla terribile vicenda dei frati picchiati al convento di San Colombano Belmonte in provincia di Torino, vicenda seguita dal blog Torino 2.0.

Continuano le indagini di quella che apparentemente è stata una rapina (un bottino di pochi spiccioli), in cui forse quattro uomini incappucciati hanno preso a bastonate quattro francescani. Durante il sopralluogo i Ris hanno ritrovato alcuni bigliettini attaccati su uno scorrimano dietro il santuario, con scritte frasi che accusano i religiosi feriti di essere dei pedofili, come "preti pedofili, la galera non basta...bastonate!" Un raid punitivo contro i religiosi?

"Quello che colpisce è che i malviventi non hanno chiesto nulla, ma hanno cominciato a picchiarli in testa con dei bastoni presi nella falegnameria del convento. E' vero che sono andati nelle celle a rovistare, ma l`aggressione è avvenuta alle persone è questo che ci fa riflettere" commenta l'arcivescovo e cardinale di Torino Severino Poletto, avvalorando l'ipotesi.

Il ritrovamento dei post-it non ha però convinto gli inquirenti per i quali resta un atto di sciacallaggio e non una rivendicazione. La pista privilegiata resta quindi quella della rapina, anche se al momento non si escludono altre ipotesi. Ad esempio i frati avrebbero dato problemi ad un gruppo di delinquenti locali che gestiscono un giro di ragazze e cocaina per festini a luci rosse con imprenditori, commercianti e professionisti della zona. Alcune ragazze si sarebbero rivolte ai frati in cerca di un aiuto nel tentativo di uscire dal giro.

Intanto in luglio e ai primi di agosto il convento aveva denunciato ai carabinieri due tentativi di furto. E si sa che gli aggressori sono italiani: lo dice fra Martino, il missionario giunto qualche mese fa dalla Bolivia. "Gli ho sentito urlare "Ti ammazzo!". E nonostante i cappucci e i guanti la carnagione era bianca". Mentre si aggravano le condizioni di un altro dei frati picchiati, Emanuele Battagliotti di 81 anni, le indagini proseguono in tutto il Canavese e una decina di persone sono state interrogate. Di seguito alcune immagini dei frati ricoverati e del convento tratte da Repubblica

frati01.jpgfrati03.jpgfrati005.jpgfrati05.jpgfchiesa.jpg
  • shares
  • Mail

I VIDEO DEL CANALE NEWS DI BLOGO