Caso Vernarelli: non era Friedrich alla guida dell'auto che uccise le turiste irlandesi. Con lui due ungheresi

vernarelli.png

UPDATE!
Vernarelli è agli arresti domiciliari dato che sono trascorsi sei mesi dall'incidente

Una sera di marzo, a San Patrizio, un'auto piombò a tutta velocità su Elizabeth Anne Gubbins e Mary Clare Collins, due giovani irlandesi di 27 e 28 anni in vacanza a Roma, uccidendole. Del fatto fu accusato un 31enne, Friedrich Vernarelli, che aveva in corpo un tasso alcolico quattro volte superiore a quello consentito.

Gli diedero gli arresti domiciliari, ma dopo le polemiche, e dietro sua specifica richiesta, fu portato in galera. Ed è lì che si trova tuttora. 

Pare però che sulla vicenda ci fossero dubbi e lacune, e Friedrich stesso non ricordava molti dettagli della serata. Suo padre, dopo averlo spinto in un primo momento a confessare, dopo sei mesi chiede di riaprire il caso. E dice di avere le prove che non fosse lui alla guida dell'auto.

"Mi sento colpevole di aver convinto mio figlio alla confessione, nonostante il fatto che lui non si ricordasse nulla di quanto era accaduto perché al momento dell'incidente era ubriaco. I giudici devono fare il loro lavoro e accertare tutti questi dubbi. Io ribadisco, se è stato mio figlio è giusto che paghi, ma la verità va accertata fino in fondo"

Ci sarebbe la testimonianza di un turista americano, Manuel Ruiz, che asserisce che sull'auto oltre a Vernarelli c'erano anche altre due persone e non guidava lui:

"Quella notte mio figlio non era solo in auto. Con lui c'erano anche due ragazzi ungheresi: si tratta di Z.B. A.K. entrambi trentenni. I due, abbiamo ricostruito, vivono attualmente in Inghilterra: chiediamo alla magistratura di fare piena luce su questa vicenda. Tutto il materiale acquisito sulla vicenda è stato già consegnato al tribunale di Roma"

Friedrich aveva conosciuto i due l'anno scorso perchè avevano dormito nel Bed and Breakfast di famiglia una sola notte e si erano reincontrati la sera fatale in un pub perchè i due si trovavano a Roma per il derby.

Ruiz avrebbe rilasciato una video-dichiarazione giurata presso il tribunale di Los Angeles. Il caso quindi si riaprirebbe perchè la sua descrizione di chi fosse alla guida della macchina che investì le due turiste non corrisponde a Friedrich.

  • shares
  • Mail

I VIDEO DEL CANALE NEWS DI BLOGO