La bambina greca non è Denise Pipitone, speranze perse: è realmente la figlia della donna fermata

mammadenise01g.jpg

UPDATE 17.44: Per la polizia il DNA non è di Denise. L'esame del dna ha infatti confermato che la donna albanese che l'aveva in custodia è effettivamente sua madre. Cancellata ogni speranza.

---------------------------------------

Piera Maggio, madre di Denise Pipitone, calma gli animi sulla notizia del ritrovamento di una bambina in Grecia che somiglierebbe molto alla piccola scomparsa (foto LaStampa). Sull'isola greca di Kos la polizia greca avrebbe trovato una bimba di otto anni che parlerebbe perfettamente l'italiano (a differenza della donna che dice di essere sua madre).

Non è la prima volta che Denise viene avvistata e per questo la mamma ci va con i piedi di piombo. Intanto dovrebbero arrivare in Italia i campioni di Dna che dovranno essere confrontati, ma per avere i risultati ci vorrà qualche giorno.

Sul suo blog intanto è apparso questo comunicato:

"Iera sera sono stata contattata dai Carabinieri di Mazara del Vallo, perchè tramite l'Interpol, era pervenuta una segnalazione relativa ad una minore avvistata in Grecia, che presentava alcuni tratti somatici compatibili con quelli di mia figlia. Mi hanno mostrato una immagine al computer, non particolarmente nitida, ma ho comunque ritenuto opportuno dare corso a tutti gli accertamenti di rito per verificare l'identità della bambina. Sarà pertanto effettuata la verifica del DNA, e successivamente all'esito dello stesso test, la famiglia assumerà una posizione ufficiale circa questa nuova possibilità. Aggiungo però che in generale non bisogna mai crearsi false aspettative, perchè sono state migliaia le segnalazioni giunte da tutto il mondo, e per moltissime di queste non vi è stato tutto l'interesse mediatico a cui assistiamo in questi momenti. Come sapete infatti moltissime associazioni ed enti all'estero collaborano con noi per le ricerche e anche loro sono certe di un epilogo positivo per questa situazione così complicata. Io comunque, attendo certezze e non ipotesi, attendo fatti e non parole: se questa bambina è mia figlia, la mia gioia di madre sarà senza confine; se non è lei, andrò avanti a lottare. Invito quindi tutti a moderare i facili entusiasmi e ad aiutarmi a cercare mia figlia anche se questa segnalazione risultasse infruttuosa. Non bisogna mai perdere la speranza. Io lo dirò sempre: mia figlia è viva. Aiutatemi a portarla a casa"

Ci sono alcuni punti che hanno riacceso le speranze: il taglio degli occhi, il fatto che la bambina parla italiano, l'età della piccola (Denise scomparve nel 2004 a 4 anni, quindi ora ne avrebbe 8) e soprattutto che da un primo esame del Dna la donna che era con lei non è sua madre, e che è stata arrestata.

Oggi si interrogherà la donna albanese, ma l'avvocato della signora Maggio, Giacomo Frazzitta, legale di Piera Maggio, ha smentito che la bambina parla italiano e dalla Grecia alcune indiscrezioni suggerirebbero che il gruppo sanguigno non è quello di Denise

"Rispetto a questo punto posso dire che non vi è un elemento di certezza. Gli inquirenti, italiani e greci, mi hanno detto di aspettare. Credo che comunque possa esservi un aggiornamento definitivo sicuramente prima di domani"

Ma forse per i risultati definitivi ci vorrà ancora qualche giorno. C'è solo da aspettare.

  • shares
  • Mail
7 commenti Aggiorna
Ordina:

I VIDEO DEL CANALE NEWS DI BLOGO