Cinese pestato a Roma: dopo Abba a Milano e Bonsu a Parma, un altro caso di razzismo?

cinese%20pestato.jpg

Cinque minorenni. Questa la squadra che ha accerchiato e picchiato, secondo alcuni testimoni, un giovane di 25 anni cinese a Roma.

Il ragazzo ha il setto nasale rotto, un grave trauma cranico, una profonda ferita alla testa e alcuni tagli al volto. Sul posto sono intervenuti i vigili urbani dell'VIII gruppo. Secondo gli inquirenti si tratta di una aggressione a sfondo razziale. 

Il testimone ha riferito ai vigili che il ragazzo stava camminando per strada tranquillamente quando è stato circondato e malmenato con violenza. Dopo l'aggressione il gruppo, sempre secondo il testimone, è fuggito verso viale dell'Archeologia lasciando a terra la vittima che, in base alle prime informazioni, non parla italiano. 

Siamo all'ennesimo esempio d'intolleranza, sempre piu' spesso ripetuti come nel tragico caso di Bonsu Emmanuel Foster che ha denunciato alcuni giorni fa l'aggressione ingiustificata della polizia municipale. Di origini ghanesi, il giovane 22enne, è stato aggredito dagli agenti  mentre attendeva l'inizio delle lezioni  all'Itis serale di Parma perchè scambiato erroneamente per un famoso pusher.

E come non ricordare la tragica morte di Abdul Salam Guibre, 19 anni, cittadino italiano originario del Burkina Faso, ucciso in via Zuretti a Milano.

Continua a leggere su Passi nel deserto, su Libero Pensiero e su Imago Romae.

credit image@Corriere

  • shares
  • Mail
1 commenti Aggiorna
Ordina:

I VIDEO DEL CANALE NEWS DI BLOGO