Milano, giornalista trovato morto vicino a un centro massaggi: si indaga sulle sue ultime ore di vita

dellasilva_milano.jpgSi tinge di giallo la vicenda di Ariberto Luigi Maria Necchi Villa della Silva, il  giornalista-imprenditore trovato morto a Lambrate martedì mattina. Il cadavere del 49enne è stato ritrovato vestito e senza alcun apparente segno di violenza di fronte all'ingresso di un centro massaggi piuttosto "discutibile" gestito da alcuni cinesi. Si tratta ora di capire se l'uomo è deceduto in seguito a un malore, all'interno o all'esterno del centro massaggi.

La scomparsa dell'uomo era stata denunciata lunedì mattina dalla moglie. Ariberto Luigi Maria Necchi Villa della Silva domenica sera, poco prima delle 19, aveva detto alla moglie che sarebbe andato a Messa ed era uscito di casa con indosso una tuta da ginnastica e un paio di scarpe sportive (il medesimo abbigliamento con cui è stato ritrovato). Non è più rincasato.

Secondo alcune informazioni, l'uomo sarebbe stato cardiopatico e potrebbe essere morto per cause naturali ma alcuni particolari non convincono gli inquirenti.
Scrive Cronaca qui: "la giacca della vittima era leggermente arrotolata sui fianchi, come se il corpo fosse stato trascinato. E poi, quel cadavere, sostengono i condomini, ieri sera e stamattina all'alba non c'era". Inoltre da un primo esame esterno del corpo, l'uomo sarebbe morto diciotto ore prima del ritrovamento e alle 5 di martedì, secondo quanto riferito dal portinaio che a quell'ora era sceso nel seminterrato, il corpo non c'era.

Sarà la testimonianza dei titolari e del personale del centro (sempre che si riesca a trovarli) a chiarire se l'uomo si sia sentito male all'interno della struttura o se sia morto all'esterno. E nei prossimi giorni sul corpo della vittima sarà effettuata l'autopsia. Nel frattempo si indaga sulle sue ultime ore di vita.

E per saperne di più cliccate su Milano 2.0 qui e qui

  • shares
  • Mail

I VIDEO DEL CANALE NEWS DI BLOGO