Power Rangers, da eroe del telefilm a pluriomicida

prangerss.jpg

Sul set era il supereroe di punta dei Power Rangers (quello con la tuta rossa), nella vita reale rischia la pena di morte per triplice omicidio. L'attore americano Skylar Deleon, l'idolo di milioni di ragazzini per essere il Ranger che combatteva il male senza macchia nè paura ha oggi 29 anni si è trasformato in un omicida senza scrupoli e rischia la pena capitale  

Divenuto famoso per il telefilm per teenagers di grande successo degli anni '90 ed esportato in mezzo mondo, ai tempi del serial aveva solo 14 anni. Un bambino prodigio, drogato di fama e successo, che non è andato oltre al set dei Power Rangers. Da oltre dieci anni lontano dalle scene e da tre è rinchiuso in un carcere californiano a Santa Ana. Su di lui l'accusa di aver trucidato cinque anni fa un uomo e l'anno seguente affogato con la complicità della moglie una coppia di milionari di Prescott, Thomas e Jackie Hawks.

Deleon e la ex moglie Jennifer Henderson si erano spacciati a settembre del 2004 per dei potenziali acquirenti di un yacht di lusso, il Well Deserved. I due avrebbero convinto la coppia di milionari a fare un giro di prova in mezzo al Pacifico. Qui Deleon e Henderson li hanno legati con delle catene all'ancora per poi affogarli, gettandoli dal ponte del lussuoso panfilo. I due corpi non sono stati ancora trovati. (Di seguito le immagini dal sito del Corriere.it dell'attore e della ex moglie)

powerranger.jpgpowrang.jpgpowerrangers.jpgpowrangers.jpg

  

Deleon e la moglie hanno rubato il panfilo da 500mila dollari e cercato di saccheggiare il conto corrente della coppia. Henderson è chiusa in un altro carcere ed è già stata condannata nel 2006 a doppio ergastolo. Deleon avrebbe compiuto il terzo omicidio in Messico, dove ha rubato a un uomo 50mila dollari per poi tagliargli la gola.

Il procuratore di Stato ha chiesto la condanna a morte per Deleon. Ora l'ex eroe della tv, che non ha voluto testimoniare nel processo, rischia la pena di morte se i giudici non crederanno agli avvocati che hanno invocato l'infermità mentale per evitare la pena massima. I legali di Deleon si appellano alla possibilità di abusi sessuali subiti dall'attore da parte del padre, morto nei mesi scorsi.

  • shares
  • Mail
1 commenti Aggiorna
Ordina:

I VIDEO DEL CANALE NEWS DI BLOGO