Udine, si indaga sull'omicidio di Tatiana Tulissi, gli inquirenti: "Aperte tutte le ipotesi"

udine_omicidio.jpgProseguono, nel più stretto riserbo,  le indagini sul delitto di Tatiana Tulissi, 37 anni, uccisa con tre colpi di pistola alla schiena sulla porta della villa a Manzano (Udine) dove abitava con Paolo Calligaris

In attesa dell'arrivo odierno dei Ris, i carabinieri hanno sentito il compagno e attuale convivente Paolo Calligaris (proprietario della tenuta agricola Cà Tullio di Aquileia, figlio di Walter e nipote del "re delle sedie" Alessandro Calligaris), con cui la vittima conviveva da quasi due anni.

Tutte le ipotesi sono ancora aperte. Tra le più probabili un'aggressione per vecchi rancori o conflitti irrisolti. Anche se non si esclude il delitto passionale (sia Paolo Calligaris sia la vittima avevano un matrimonio alle spalle, l'uomo anche con due figli adolescenti).

Secondo una prima ricostruzione la donna, tornata a casa dopo una giornata di lavoro la ditta Laco di Percoto (Udine),  ha acceso il camino con della legna (trovato con la fiamma ancora viva). E' poi uscita  per andare nella legnaia e lì avrebbe incrociato il suo assassino.  Vano ogni tentativo di rientrare in casa o di fuggire. A trovare il cadavere, secondo la ricostruzione degli investigatori, è stato il suo convivente Paolo Calligaris, che ha chiamato il 118 intorno alle 18.30.

Gli inquirenti stanno passando al setaccio ogni ipotesi anche se, al momento, l'attenzione è puntata sui testimoni. Uno di loro in particolare ha detto di aver visto fuggire una sagoma maschile a bordo di un quod.

  • shares
  • Mail

I VIDEO DEL CANALE NEWS DI BLOGO