Crollo della scuola a Rivoli: studenti e genitori si rivoltano contro i tagli e sperano che la situazione non venga presto dimenticata

rivoli.jpg

Il crollo della scuola di Rivoli che ha provocato la morte di Vito Scafidi ha scatenato innumerevoli polemiche come riporta Torino 2.0

La Provincia di Torino è la prima ad essere chiamata in causa dopo la tragedia del Liceo Darwin. La competenza sulla sicurezza e la manutenzione degli edifici spetta all'ente che, ieri, ha messo on line la spesa per le scuole secondarie superiori di propria competenza.

Il Presidente della Provincia ha dichiarato che

"Dal 1997 al 2008 la Provincia di Torino ha investito e speso 626 milioni di Euro per la manutenzione ordinaria e straordinaria delle scuole secondarie superiori di propria competenza, che sono 163, suddivise in 315 Comuni. Di quei 626 milioni, 600 sono fondi propri della Provincia, mentre gli altri 26 sono fondi statali (3.833.000 Euro) e regionali. In questo mandato amministrativo, le risorse destinate alla manutenzione straordinaria delle scuole sono state incrementate di anno in anno: 9.702.000 Euro nel 2005, 11.978.000 nel 2006, 14.576 nel 2007, 21.002.000 nel 2008. Siamo riusciti ad impegnare queste risorse nonostante il difficile momento vissuto dalla finanza locale e nonostante le ulteriori difficoltà create dai vincoli del Patto di Stabilità, che ci impediscono di spendere fondi di cui la Provincia dispone, per realizzare progetti già pronti. Per il triennio 2006-2008 avevamo preventivato interventi per 105 milioni nell’edilizia scolastica: quei vincoli ci hanno imposto di limitare l’impegno di spesa a soli 45 milioni"

Quindi la colpa di chi è? Di chi ha eseguito i lavori di ristrutturazione di qualche anno fa o per estensione della Gelmini che taglierà i fondi?

Fatto sta che, come commenta ImagoRomae

"peccato che ci debba sempre scappare il morto, in questo caso un giovanissimo studente dal volto angelico che commuove, per accorgersi di ciò che non va nel nostro paese"

Molte le manifestazioni di affetto comparse anche nel nostro post di ieri.

Il sottosegretario alla presidenza del Consiglio Guido Bertolaso ha fatto una stima sui soldi che servirebbero per restaurare le scuole italiane e si raggiunge la shockante cifra di 13 miliardi di euro.

Come spesso accade sembra che le cose succedano tutte assieme: a Grosseto, come riporta Passineldeserto, è crollato un altro controsoffitto. Ma siamo sicuri che si tratta di una coincidenza più mediatica che reale. Tante sono le scuole che lamentano problemi e che hanno colto l'occasione per scrivere ai grossi quotidiani nazionali.

Molti sono i genitori e studenti preoccupati che scrivono al Corriere o Repubblica per segnalare infiltrazioni d'acqua o problemi di vario genere. Solo che come ogni volta passato il polverone (basti guardare cosa accadde a San Giuliano) si rischia che a dover gestire il problema sono solo coloro che lo vivono.

  • shares
  • Mail
3 commenti Aggiorna
Ordina:

I VIDEO DEL CANALE NEWS DI BLOGO