Tra India e Pakistan arrivano gli Usa con Condoleezza Rice: "Linea dura contro il terrorismo"

rice.jpg

UPDATE! Martedì 9 dicembre:
Non si placa la tensione tra India e Pakistan. Il governo di Islamabad ha annunciato che non consegnerà a New Delhi le persone arrestate per gli attentati di Mumbai. "Gli arresti sono stati fatti nell'ambito delle nostre indagini. Anche se ci saranno prove contro un sospetto, costui non sara' consegnato", ha detto il ministro degli Esteri, Shah Mehmood Qureshi all'Agi.
..............
Dopo
la strage di settimana scorsa a Mumbai, tra New Delhi e Islamabad non si attenuano le ostilità. La situazione in India è di massima allerta. Specialmente negli aereoporti  e nelle stazioni ferroviarie. Proprio nella principale stazione di Mumbai, ieri, sono stati disinnescati diversi ordigni esplosivi, probabilmente collocati lì lo scorso 26 novembre.

E dopo gli attacchi dei terroristi venuti dal mare, quello che si teme, è un attacco aereo simile a quello avvenuto l'11 settembre 2001 in America. Sotto controllo quindi gli aeroporti di Mumbai, Chennai e Bangalore. I passeggeri sono stati invitati a presentarsi in aereoporto tre ore prima dei voli per il controllo dei bagagli.

Nel frattempo Condoleezza Rice , segretario di Stato americano uscente, dopo essere stata ieri in India , per una visita di solidarietà in seguito ai sanguinosi attacchi terroristici, è giunta oggi in Pakistan.

In entrambe le occasione la Rice ha richiesto una "linea dura" nei confronti del terrorismo, sollecitando i due Paesi alla totale collaborazione

Il presidente Zardari , scrive Repubblica,  ha assicurato che il Pakistan collaborerà alle indagini e intraprenderà azioni molto dure nei confronti degli elementi pakistani eventualmente coinvolti negli attacchi di Mumbai.

Una dichiarazione questa che alimenta i sospetti sul gruppo pachistano attivo nel Kashmir, il Lashkar-e-Taiba.

  • shares
  • Mail

I VIDEO DEL CANALE NEWS DI BLOGO