Carità a rischio, in tempo di crisi crolla la beneficenza

sshot-1%2067.jpg

Proprio l'anno scorso vi avevamo proposto un reportage della Mensa Francescana di Sant'Antonio alle porte del Natale. Natale infatti è il periodo più critico per i poveri e senzatetto. Primo perchè fa freddo e secondo perchè mancano costantemente cibo, bevande e altri mezzi di sussistenza. Questo Natale però è molto peggio del solito perchè c'è la famigerata crisi dietro l'angolo.

Il Corriere segnala la situazione di Casa Silvana, il rifugio per i senza dimora di via Esterle 13. E' il centro di prima accoglienza dei City Angels a Milano e si trova in uno spazio concesso in comodato d'uso gratuito per 15 anni dal Comune di Milano. C'è posto per dieci persone più un assistente sociale sempre presente.

Gli ospiti oltre a dormire ricevono cena, prima colazione e abiti puliti. Possono anche lavarsi e ricevere assistenza psicologica e legale. Casa Silvana era stata chiamata così in ricordo di Silvana, una senzatetto rapita da una gang di sfruttatori, costretta a prostituirsi e poi uccisa. Il centro è stato inaugurato il 17 maggio 2007 da Letizia Moratti, Sindaco di Milano, e dall'Assessore ai Servizi sociali Mariolina Moioli. Ora però, dopo soli un anno e mezzo di vita rischia di chiudere.

Infatti le donazioni private arrivate ai City Angels si sono dimezzate. I fondi pubblici coprono solo poche spese.

Ma anche l'Opera Cardinal Ferrari passa un brutto periodo, e spera di riprendersi un po' con le donazioni di Natale. L'Opera ha 26 dipendenti e ha paura che con la crisi dovranno essere tagliati.

Ma la cosa che accomuna tutti i centri di aiuto è la mancanza di generi di prima necessità da distribuire, visto che i poveri stanno aumentando esponenzialmente: sempre più anziani e famiglie si rivolgono ai centri della Società del Pane Quotidiano di viale Monza o di viale Toscana per avere cibo.

La mensa dei Fratelli di San Francesco del Gratosoglio si appoggia sul Banco alimentare che fornisce il 40% del fabbisogno della mensa, ma ha comunque bisogno di aiuto. Anche la Cri lancia un appello.

Fortunatamente pare ci siano molti più volontari.

Noi ci uniamo all'appello di molte associazioni a donare indumenti e soprattutto coperte e cibo, utilissimi in questo periodo.

[Post tratto da Milano 2.0]

  • shares
  • Mail

I VIDEO DEL CANALE NEWS DI BLOGO