Paul Gascoigne, il ritorno: a Natale era in un albergo solo e ubriaco

gascoigne29dic2.jpg

Svelato il mistero della scomparsa del calciatore Paul Gascoigne, famoso per le sue bravate dentro e fuori dal campo. L'ex campione della nazionale inglese e della Lazio, stando a quanto scrive il Daily Star , ha passato il giorno il Natale in una stanza d'albergo poco lontana dal centro di recupero di Minsterworth, nel Gloucestershire, dove da tre settimane era in cura per vincere la sua dipendenza dall'alcol. Qui stava seguendo l'Equine Assisted Psycotherapy, un programma riabilitativo che lo isola dal resto del mondo e prevede il dialogo con i cavalli.

A distruggere il già precario equilibrio psicologico del calciatore le dure dichiarazioni del figlio dodicenne Regan , che, in un documentario televisivo, ha affermato di volere il padre fuori per sempre dalla sua vita "Temo che mio padre presto morirà, lo voglio fuori dalla mia vita e dalla nostra famiglia" e ancora "Probabilmente morirà presto. Non credo ci sia più modo di aiutarlo".

E' stato lo stesso Gazza a raccontare la sua giornata in drammatiche telefonate ai familiari che lo aspettavano a casa di mamma per il pranzo di Natale. All'ex centrocampista era stato concesso un permesso premio di tre giorni per festeggiare in famiglia il Natale.

Oggi, al contrario delle precedenti ricadute nel suo "vizietto", l'ex fuoriclasse è rientrato in clinica deciso a continuare la cura.

Chissà che dopo tanta sregolatezza non torni un po' alla normalità. Noi tifiamo per lui.

  • shares
  • Mail

I VIDEO DEL CANALE NEWS DI BLOGO