Caserta, arrestato il camorrista Giuseppe Setola: due giorni fa era sfuggito attraverso la fognatura

setola.jpgE' finita la fuga del camorrista Giuseppe Setola, che nella notte tra domenica e lunedì era riuscito a sfuggire alla cattura attraverso i cunicoli della fognatura.

Il superatitante che, lo scorso 12 gennaio, a Trentola Ducenta, nell'hinterland casertano, insieme a due complici, era riuscito a scappare agli arresti, oggi è stato catturato dai carabinieri in una clinica a Mignano Montelungo, in provincia di Caserta, dove si era recato per medicare un polso.

Insomma un brutto colpo per il clan Casalesi (a cui stamane sono stati sequestrati beni per oltre 10 milioni di euro), ma certo un bel colpo per la magistratura italiana che oggi è riuscita intrappolare uno tra i killer più pericolosi e ricercati d'Italia. L'arresto, ha spiegato il Procuratore Nazionale Antimafia, Piero Grasso, è stato possibile anche grazie all'aiuto dei pentiti che hanno svolto un ruolo importante.

Non si sono fatti attendere i complimenti del ministro dell'Interno, Roberto Maroni, che ha espresso "Grandissima soddisfazione" che ha ringraziato la magistratura e le forze dell'ordine "che hanno lavorato intensamente per il conseguimento di questo importante risultato".

Setola è accusato di svariati omicidi, tra cui l'agguato alla sartoria di Castelvolturno del 18 settembre scorso, nella quale furono uccisi sei immigrati del Ghana.

L'arresto giunge proprio in una giornata iniziata con la brutta notizia dell'esclusione del film Gomorra di Matteo Garrone, tratto dal libro di Roberto Saviano, dalla corsa agli Oscar.

Quest'oggi a vincere è la realtà.

  • shares
  • Mail

I VIDEO DEL CANALE NEWS DI BLOGO