Arrestata infermiera che manometteva i test oncologici del Corat di Livorno

referto.jpg

Una vicenda che ha dell'incredibile talmente è spaventosa. Passi il lazzaronismo dei "fannulloni" di Brunetta, ma che questo atteggiamento implichi il giocare con la vita delle persone no.

La vicenda deve essere ancora chiarita (aspettiamo smentite o confessioni della diretta interessata), ma un'infermiera del Corat di Livorno, Susanna Fiorini, 49 anni, è stata arrestata con la pesantissima accusa di manomissione di referti medici.

Questo provoca di conseguenza imputazioni per lesioni personali aggravate, falsità materiale commessa da dipendente pubblico incaricata di pubblico servizio e abuso d'ufficio (foto di [auro]).

I referti manomessi sarebbero stati più di 400 e sarebbero referti di test oncologici (ovvero per scoprire tumori): 33 pap test e 368 al colon retto. L'infermiera è accusata di aver liquidato come "negativi" test che non lo erano e quindi a 18 persone il cancro è stato diagnosticato con notevole ritardo, con ovvie conseguenze per la salute.

Diciotto persone sono malate e lottano contro una malattia terribile per colpa di una "disattenzione". Ma potrebbero essere molti di più: per questo la procura ha incaricato un medico di svolgere una consulenza tecnica sui referti manomessi.

Le indagini erano scattate a luglio dopo una denuncia della Asl e riguardavano i test svolti al colon retto e alla cervice dell'utero dal 2006 al 5 luglio 2008

L'infermiera avrebbe fotocopiato i referti sostituendoli con gli originali e li avrebbe spediti a casa dei pazienti. Non solo, anche nella banca dati del Corat erano stati inseriti i risultati falsi. Si pensa che lo abbia fatto o per protesta contro l'efficienza del Corat, o, cosa più grave, per ridursi il carico di lavoro. Infatti avrebbe dovuto richiamare i pazienti risultati positivi per fare ulteriori controlli.

L'Asl rassicura

"Nei mesi scorsi abbiamo già contattato tutti i pazienti vittime della manomissione di referti e verificato il loro stato di salute, riavviandoli dentro un corretto percorso assistenziale"

Ovviamente l'infermiera è stata sospesa dal lavoro, ma forse è troppo poco se verranno confermate le accuse. Nella perquisizione è stato trovato un ricettario di un medico dell'ospedale e si sta verificando se l'infermiera abbia compilato ricette false.

  • shares
  • Mail

I VIDEO DEL CANALE NEWS DI BLOGO