Mistero dietro all'uomo dato alle fiamme stanotte a Roma

carabinieri1.jpg

Antonio Landolfi, imprenditore quarantenne di origini napoletane, aggredito ieri nella notte a Roma, è in gravissime condizioni.
La vittima, con qualche precedente penale, è ricoverata nel reparto grandi ustionati dell'ospedale Cardarelli di Napoli, presenta ustioni di secondo e terzo grado sul 90% del corpo.

I Carabinieri stanno ora cercando di ricostruire l'accaduto attraverso le testimonianze della moglie e di persone vicine all'uomo. Importante è capire se si sia trattato di un gesto volontario (probabilmente dovuto ai diversi problemi economici in cui versa la vittima) o di un'azione compiuta da terzi.

Quest'ultima ipotesi è rafforzata dalle dichirazioni che l'uomo ha rilasciato prima della sedazione, riferite a un gruppo di giovani che gli avrebbe dato fuoco.

Determinanti quindi alla svolta delle indagini saranno gli esami di laboratorio effettuati sia sulle bottigliette di benzina sia su altri reperti trovati accanto all'uomo.

Ed è quasi immediata l'associazione alla brutta storia di cronaca che ha visto protagonista un giovane indiano, bruciato nella stazione Nettuno di Roma da tre adolescenti.

  • shares
  • Mail

I VIDEO DEL CANALE NEWS DI BLOGO