Catanzaro, giovane muore per un banale scherzo di Carnevale

catanzaro-rissa-carnevale.jpg

E' morto per un banale e sciocco scherzo di Carnevale. Per aver spruzzato della schiuma da barba verso i suoi assassini.

Massimiliano Citriniti, uno studente universitario di 24 anni è stato ucciso a Catanzaro Lido con una coltellata, nel corso di una lite nel parcheggio di un centro commerciale. A sferrare il colpo mortale un rom di 17 anni con il concorso attivo di un maggiorenne (Gianluca Passalacqua, 23 anni, incensurato). Ora l'accusa nei loro confronti è di omicidio volontario con l'aggravante dei futili motivi.

Quanto alla ricostruzione dei fatti, secondo ciò che è emerso dalle prime indagini, Massimiliano Citriniti, verso le 19 di ieri, spruzza della schiuma da barba colpendo i due rom. I due reagiscono male e scopia la lite. Viene sferrato un fendente, un solo colpo, con un piccolo coltello che recide l'aorta di Massimiliano.

Il giovane viene immediatamente soccorso da alcuni amici. Ma per lui non c'è nulla da fare. Muore poco dopo il ricovero. 

Ma a lasciare decisamente perplessi è l'assenza di testimonianze, scrive Catanzaroinforma, soprattutto considerato il fatto che a quell'ora, il centro commerciale, era colmo di persone giunte per festeggiare il Carnevale.

  • shares
  • Mail

I VIDEO DEL CANALE NEWS DI BLOGO