Verona, bimbo ucciso nella vasca, la madre confessa: "Mi rifiutava"

cinziabaldo.jpg

E' stata arrestata Cinzia Baldo per aver ucciso il suo bambino, Mattia Cerato di appena un mese.

L'ha annegato nella vasca da bagno mentre lo stava lavando. La tragedia è avvenuta in un'abitazione di Vestenanova, un piccolo paese in provincia di Verona. L'autopsia lo conferma, Mattia è morto per annegamento.

A scoprire l'orribile infanticidio è stato il marito della donna, brigadiere dei carabinieri, che tornato a casa dal parrucchiere ha trovato la donna in stato confusionale e il bambino nella vasca morto.

Poi, in un successivo momento di lucidità, è crollata in lacrime, "Perche' l'ho fatto? Che cosa ho combinato?'' ha chiesto al parroco di Vestenanova. "Le sono stato vicino tutto il tempo", ha raccontato il prete, "era confusa e non sapeva capacitarsi del dramma".

"Era depressa, ma non sembrava una cosa seria", raccontano i vicini a Il Gazzettino  per descrivere la donna. Lavorava in un asilo della zona, e ha anche un altra figlia di sette anni. La donna è ancora in ospedale, sotto choc.

Ha poi racconato l'angoscia nel vedere quel bambino rifiutare il suo latte. Un'angoscia che l'ha portata a pensare che quel suo bambino non la voleva.
Infine il folle gesto, che nessuno tra i parenti, amici e conoscenti si capacita. Perchè forse la depressione post partum non era così chiara.

  • shares
  • Mail

I VIDEO DEL CANALE NEWS DI BLOGO