Terremoto in Abruzzo, la terra torna a tremare nella notte: Napolitano in visita all'Aquila

terremoto-unit%C3%A0cinofila.jpg

UPDATE! Ore 18.00: Cresce il bilancio delle vittime 281. Nel frattempo Il Consiglio dei ministri ha dato via libera a una ordinanza per sospendere mutui e bollette per i cittadini coinvolti dal sisma.

UPDATE! Ore 16.00: Il bilancio delle vittime sale a 279.Segnaliamo inoltre il sito haisentitoilterremoto, dove raccogliere le segnalazioni dei cittadini che si trovano nelle zone interessate da un evento sismico

UPDATE! Ore 15.40: Ennesima scossa di terremoto all'Aquila. Il sisma è stato di magnitudo 3.6 alle 15.19.

UPDATE! Ore 14.45: "Irresponsabilità diffuse", con queste parole il capo dello Stato ha commentato la tragedia degli edifici antisismici crollati e ha continuato: "Nessuno è senza colpa". 

UPDATE! Ore 12.45: Anna, blogger de L'Aquila, intervistata da Politica e Società.

UPDATE! Ore 12.00: Un invito a "farsi da parte" ed un esplicito "non rompete" sono stati rivolti ai fotografi dal Presidente della Repubblica Giorgio Napolitano in visita in Abruzzo, scrive Passi nel deserto.

UPDATE! Ore 11.45: Google per aiutare le popolazioni dell'Abruzzo colpite dal terremoto e per consentire a tutti di mantenersi aggiornati sulla situazione e sull'andamento dei soccorsi ha raccolto qui le principali informazioni, oltre alle immagini del dopo terremoto prelevate dal satellite e visibili con Google Earth.
...
La terra trema ancora.
Ed è incontrollabile. La notte l'Aquila è trascorsa all'insegna della paura, fino all'alba è stato un susseguirsi di scosse. La prima alle 0,55 la prima, di magnitudo 4.3; alle 2,52 quella più forte, di 5.2. Poi una terza alle 5.14, di magnitudo 4.6.

Non dormono, i reduci del terrore, sono centinaia le repliche dopo la scossa principale, quella delle 3.33 del 6 Aprile 2009. Ma sperano, che la terra si fermi.

Nel frattempo si continua a scavare in quel devasto, in quella città che il premier Silvio Berlusconi, ieri in visita per la seconda volta, ha definito "fantasma". I soccorritori lavorano senza sosta, proprio come i volontari.  Sono 278 le vittime accertate fino a questo momento riferiscono i carabinieri, 8 delle quali ancora da accertare. E fino a Pasqua il lavoro di ricerca sarà incessante. Poi si vedrà. 

E a quattro giorni dal sisma, l'emergenza continua nelle tendopoli. C'è il cibo, ci sono i medicinali ma mancano stufe, coperte. La più grave è però l'insufficienza di bagni e docce, ovvero quelle cose quotidiane, banali all'apparenza, ma fondamentali alla vita.

Ma non è la sola, purtroppo. Gli albergatori "della costa" che ospitano le famiglie colpite dal terremoto iniziano a incrociare le braccia. Solo che "tra una settimana non potremo più garantire i pasti. Costi troppo alti per noi -spiega il presidente di Federalberghi Abruzzo, Emilio Schirato a Corriere- un flusso di denaro in uscita che non possiamo più sostenere. Il governo si muova, il sistema creditizio ci aiuti, servono diecimila euro per ogni albergo".

Inoltre continuano ad arrivare notizie di atti di sciacallaggio e persone che cercano di approfittare della situazione.

Nel frattempo all'Aquila è arrivato il presidente della Repubblica Giorgio Napolitano, che domani mattina parteciperà anche ai funerali di Stato per le vittime sin qui recuperate. E' entrato nel grande hangar nel quale sono allineate le bare e si è soffermato in raccoglimento a osservare le bare bianche, quelle dei bambini. Poi ha incontrato i familiari delle vittime e ha ribadito l'impegno dello Stato.

E poi..., e poi ognuno cerca di fare quel che può. C'è chi istituisce gare di solidarietà come scrive BasketCase , chi parte alla volta dell'Abruzzo, chi raccoglie su una pagina web le principali informazioni, chi si fa delle domande e cerca delle risposte oltre l'emergenza

  • shares
  • Mail
2 commenti Aggiorna
Ordina:

I VIDEO DEL CANALE NEWS DI BLOGO