Maltempo, nord e sud flagellati: in Lombardia e Piemonte è allerta

milanocorrierepioggia.jpg

La situazione di Milano racontata da Milano 2.0 è preoccupante: da due giorni piove ininterrottamente e moltissime strade sono sommerse d'acqua. Acqua che filtra in alcune case (quelle di via Val Martel­lo, le palazzine comunali di zona San Siro) e scuole (gli alunni del­la elementare di via Massaua sono sta­ti sgomberati). L'acqua scorre a fiumi anche in metrò (la linea rossa ieri si è bloccata alle 11.45 alla stazione del metrò Uruguay).

Anche quella raccontata da Torino 2.0, che racconta non solo di Torino ma anche del Piemonte, è preoccupante come situazione: piogge forti sono attese per la giornata di oggi su tutto il territorio della Provincia di Torino. Si segnala inoltre un forte pericolo valanghe sulle parti montuose del territorio.

La Protezione Civile segue con attenzione la situazione e in entrambe le regioni ha proclamato lo stato di allerta. Sotto controllo in particolare il Piemonte meridionale, con il bacino del Tanaro e i suoi affluenti dove i livelli dei corsi d'acqua sono in sensibile crescita superando la moderata criticità.

Una situazione di criticità è prevista anche rispetto ai corsi d'acqua minori delle province di Cuneo e Asti e sulla collina sud di Torino. Si richiama ad una particolare attenzione ai versanti per via di un rischio di fenomeni franosi.

La Coldiretti ha effettuato un monitoraggio del livello del Po e riferisce che

"Il livello idrometrico del fiume Po è salito di tre metri in un solo giorno al ponte della Becca mentre il lago Maggiore a Sesto si avvicina al massimo storico del periodo che è già stato raggiunto dal lago di Garda a Peschiera. Particolarmente critica è la situazione nelle campagne, dove è stato chiesto l'avvio delle procedure per il riconoscimento della calamità naturale nelle aree più colpite dal maltempo che ha provocato allagamenti di campi coltivati a grano, mais, ortaggi e foraggere mentre in molte stalle gli animali sono stati messi in sicurezza"

A Broni, in provincia di Pavia, si cerca ancora Giuseppe Pessina, l'uomo di 70 anni rimasto travolto dal crollo della palazzina adiacente alla sua casa lunedì notte dopo che per il maltempo è franata una parte di collina. Maltempo anche in Trentino, Veneto e Valle d'Aosta (dove sta nevicando).

Flagellato anche il sud, dalla Campania alla Sicilia. Non sono partiti i traghetti che collegano Porto Empedocle a Lampedusa, Trapani e Pantelleria, e l'aliscafo Palermo Ustica. Ripresi, invece, i colegamenti con le Eolie.

  • shares
  • Mail

I VIDEO DEL CANALE NEWS DI BLOGO